Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: 141
Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0179
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
Libro Primo Capitolo XXL

141

CA

CAPITOLO XXL
Della Regione Trasìiberina , I/o la d'Escu-
lapio 9 del Teatro di Marcello,
ed altro che ìm rimane.
IN tutta la Regione Trasteverina non rimangono, che
preiTo il ponte Gianicolo le antiche mura di Roma fatte
saobricare da Settimio Severo, che principiano dal primo
muro del piccolo giardino Farnese a diritta linea della porta
detta Settimiana , e dai volgo detta Settignana , e continua-
no sui Monte Gianicolo , torcendo por avanti V odierna Por-
ta di S. Pancrazio, e terminando pel declivio verso il Mo-
nastero di San Cosimato , nel cui cortile è la rarità di un
gran vaso da bagno di granito con anelli , e tede di leoni in
ambe le facciate . Il Ponte Senatorio , che oggi dicesi Ponte
rotto , è degno d'elTer veduto, essendo costrutto con belli,. e
forti archi , largo , e spazioso . Ma essendo (tati dalle piene
del Tevere rotti e rovinati due archi, non è più di alcun uso »
L'Isola Tiberina, poco dittante da quello luogo 3 è congiunta
colla Città per via di due ponti, V uno dalla parte di Traste-
vere detto Cestio dal nome dell'Autore , che lo edificò : l'al-
tro dalla parte di Roma detto Fabrizio 3 ne'cui due archi
leggesi quella iscrizione :
L. FABRICIVS . C. F. CVR. VIAR.
FACIVNDVM. COERAVIT.
del qual Fabrizio parla Orazio nel libro 2. sat.3. vers.36. Es-
sendo quella Isola formata a guisa di nave,larga nel mezzo,do-
ye è la via pubblica a dirittura de' ponti 5 si va ilringendo ne'
lati terminando in ambidue piramidalmente. In uno di elsi
pieno di case è la Chiesa col Convento 5 e lo Spedale de'Reli-
giosi di S. Giovanni di Dio detti Benfratelli 3 e nella punta di
que-
loading ...