Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi: Antichità del territorio Falisco: esposte nel museo nazionale romano a villa Giulia (Parte prima) — 4.1894 (1895)

Page: 321
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1894/0167
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
VI.

DEI FITTILI ISCRITTI SCOPERTI NELLA NECKOTOLI DI NÀIICE

Sono stati superiormente ricordati alcuni fittili
iscritti scoperti nella necropoli di Narce, e di uno si
è data la rappresentanza (fig. 117 a). È ora necessario
che di tutti brevemente si dica.

Sono sette pezzi soltanto : i primi cinque spettano
alla categoria dei fittili ad impasto artificiale nerastro,
o della rozza arte locale, secondo la classificazione
fatta dal collega prof. Barnabei, che mi ha fornito
queste speciali notizie dei loro ritrovamenti; il sesto
è di bucchero sottile; il settimo di bucchero grosso,
ossia posteriore.

Se per le ragioni della tecnica converrebbe comin-

Del quale commercio abbiamo i segni nelle figuline
precorinzie in forma di piccole lekythoi, che unita-
mente a figuline nostrali, ed a vasi dell'antica arte
locale, si trovarono in quella tomba.

Viene secondo un piccolo calice, intorno al cui piede
si svolge una lunga iscrizione graffila nel modo che
qui si rappresenta (fig. 166, 166a)-

Fu rinvenuto nella tomba 38 del sepolcreto di Monte
Cerreto (fig. 3 M, tav. Ili M; N. LIV, 1). La tomba
era a camera con sarcofago di tufo, ma devastata in
antico; ed in mezzo a rottami di vasi locali ed a

Tic. 1C5. 1 : :;

Fig. 105a.

1:3

ciaro dai primi, anche per quelle di paleografia bisogna
muovere da essi.

Il primo posto si addice alla tazza ad alto piede,
in cui sono graffite alcune palme, e vi è sotto inciso
l'alfabeto, come vedesi nelle figure, che qui si ag-
giungono (fig. 165, 165 a).

Fu scoperta nella tomba 7 del sepolcreto di con-
trada Morgi (fig. 3 0, tav. Ili 0; N. LVIII, 6). La
tomba era a camera con sarcofago di tufo, chiuso da
coperchio fastigiato; quindi ci riporta al periodo in
cui fioriva il commercio con gì' isolani dell'arcipelago.
Monumenti antichi. — Voi. IV.

frammenti di figuline si trovò questo fittile, il quale
è internamente ornato a solcature, e sul largo orlo vi
si svolgono meandri, come vedesi nell'altra rappre-
sentanza che ne fu data (fig. 117 a).

Succede la piccola oinochoe od il boccaletto a collo
alto e bocca stretta, lavorato nella rozza tecnica del-
l' impasto artificiale nerastro, ed ornato con due fascio
di linee e di meandri (fig. 167). È decorato da due
iscrizioni: la prima incisa sul collo (fig. 167 «),
l'altra un poco al di sopra della massima espansione
del ventre (fig. 167b).

21
loading ...