Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi: Antichità del territorio Falisco: esposte nel museo nazionale romano a villa Giulia (Parte prima) — 4.1894 (1895)

Page: 325
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1894/0169
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
21

325

DEI PITTILI ISCRITTI SCOPERTI NELLA NECROPOLI DI NARO E

32G

sito sia in questo articolo di attenermi alla sola parte
epigrafica.

Gira nella parte inferiore all' intorno la rappresen-
tanza leggermente incisa: la mano mostrasi incerta,
non abituata, e pare che segua o ricordi quello che

quale è di forma oltremodo grande, sproporzionata; il
cervo già ferito sta per cadere, e tocca col muso la
terra, e piega la gamba dinanzi. Ma dietro all'assa-
litore, che uccide il cervo, sta un fiero leone colla
branca stesa ed unghiata contro di lui; bestia crudele,

Fio. 107.

1:3

sar-

Imo. 167 a.

2:3

io; e
icisa

ìCO-

Fig. 117 5. 1:2

alari,
Neil»

in vasi protocorinzì ha veduto : e forse non comprende
abbastanza le stesse simboliche figure, che esprime,
e le lotte, solite lotte, di uomini contro animali, e
di questi che divorano quelli. Un uomo di tutta corsa
insegue un cervo, e gli vibra un colpo di lancia, la

invincibile, che va divorando la gamba di un altro
uomo. Così è simboleggiata la triste ma naturale vi-
cenda. Innanzi al cervo fugge via un cavallo, e tra le
figure o i loro gruppi s'innalzano dalla terra le piante
ad indicare probabilmente una selva. Sopra una di
loading ...