Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 6.1896

Page: 233
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1896/0123
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
233

Sulla cima dello scosceso e sassoso colle presso il
quale si apre il (puQayyi, è il réfiisvoe o circuito di mura
ciclopiche, al quale ho accennato. Esso è conservato in
alcuni punti fino a 4 m. di altezza ; è di pianta allun-
gata ed incornicia il ciglio del monte con alcune spor-
genze. Nel mezzo è una cisterna rettangolare a doppia
concamerazione. Di lassù, in quel posto selvaggio,
questa specie di vedetta domina il mare che si vede
per larga estensione; e non dubito che la sua forma
caratteristica e la sua posizione strategica autorizzino a
spiegare quella rovina per una fortezza, la quale pure
potrebbe aver appartenuto ad Apollonia.

9. Kani Kastelli = Lykastos.

La discussione sulla topografia di Ehaukos mi
obbliga ora a parlare delle altre città vicine e spe-
cialmente di Kani Kastelli ed Astritzi, che ho visitato
durante la mia esplorazione della parte orientale.

Sulla ubicazione di AvxaGTog sono divisi i pareri.
Il Bursian (') lo pone a Kani Kastelli, lo Spratt (2)
ad Astritzi.

Lykastos era una città antichissima ed importante
perchè nominata da Omero, e perchè il suo nome ri-
vela un'origine preellenica e perchè l'eroe eponimo
è messo nelle leggende in correlazione coi più antichi
personaggi mitici cretesi Kvdmv, MCvwg e'ATirsQog

Ora, come si vedrà in appresso, le rovine di
"AOTQicffi o KaOiQuai sono di una città non molto
antica, nè molto grande; e poiché abbiamo nelle vici-
nanze i resti grandiosi di Kani Kastelli e non siamo
obbligati come lo Spratt a destinare queste rovine a
Rhaukos, non esiteremo a riconoscere in queste l'antica
Lykastos. Inoltre, nei tempi storici, nelle lotte tra Cnosso
e Gortyna (5), Lykastos, appartenente a Cnosso, presa
dai Gortynii, fu ceduta a Rhaukos; dunque doveva stare
non lontano da s. Mirone, il che è appunto il caso

(i) II, pag. 561.
(*) I, pag. 91.

(3) Pape-Benseler, spiegandolo arianamente, derivino Av-
xaoios dal tema Asvx, lue; ma nota: Avx, Asx è anche tema
di Avxia e di infiniti nomi asiani; cfr. Amatoria, città pelas-
gica del Ponto, appartenente alle Amazzoni, e Ai'xzog, Avxia,
Avxadv; cfr. De Cara, Hethei Pelasgi, I, pag. C6C-668.

('>) Diod., V, 60. Pauly, s. v.

{'-) Polyb., XXIII, 15.

234

di Kani Kastelli, il quale è anche più vicino a Cnosso
ed a Gortyna di quello che non sia s. Mirone.

Il paese di Kani Kastelli giace ai piedi della
collina bicipite, sulla quale era la famosa fortezza
Td/isvog, costruita da Niceforo Foca, detta poi dai

5

Pianti

Fio. 53.

veneziani Bocca, nome che ancor oggi porta. Quando
i turchi conquistarono l'isola, l'assedio di questo ca-
stello, quasi inespugnabile per la sua stupenda posi-
zione, costò tanto sangue agli assedianti che fu poi
da loro chiamato ^^Jolii qanli, Kavvì Kaarth = al-
liarwd^g mvQyog, e questa, non quella data dallo
Spratt, è la vera etimologia del nome attuale del vil-
laggio. Lo Spratt, colpito dalla strategica posizione
di questa collina di forma così caratteristica, che par-
rebbe quasi impossibile che non fosse stata scelta per
una delle più grandi città preelleniche cretesi, am-
mise che la fortezza bizantina avesse sostituito una
città più antica ; ma non si accorse che di questa re-
stano stupendi avanzi. Dalle parole dello Spratt sembra
infatti che egli non abbia visitato le rovine; e pure
dal basso del colle esse appaiono così maestose che
attirano il visitatore.

La collina è a due cime, lungo un asse dal nord
al sud, ed in pianta somiglia ad un 8 (fig. 53). Di
profilo ha un' insellatura nel mezzo e la cima nord
è più alta. La parte ovest è tagliata a picco natu-
ralmente ; a questa si addossa un palazzo veneziano,
che si prolunga fin sul colle coronato da torri e ba-
stioni medioevali. Le pendici nord e sud sono molto
ripide ; quella est è più dolce e perciò difesa da
grandiose opere di fortificazione. Gli avanzi degli edi-
fici antichi nell' interno non sono molti : oltre due
chiesette medievali, vi sono cisterne, tagli nella roc-
cia, ecc.; ma la fronte fortificata ad est coi suoi ba-

ANTICHITA CRETESI
loading ...