Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 8.1898

Page: 17
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1898/0017
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
17

iscrizioni tessaliche

18

che i rayoi, tutti, presiedevano l'assemblea ('). Ciò
diviene anche più chiaro nel secondo caso, dove -nhq
Isqovv non può separarsi da àyoQavofiévrog. Aloxippo,
il quale è uno dei iayoi, presiede l'assemblea per
quanto essa, volendoci servire della frase consacrata,
XQi][iaTi£si 7is(>ì tsQmr: cederà il posto ai colleghi
quando l'assemblea passerà ad un altro paragrafo del
suo ordine del giorno. Similmente nelle citate iscri-
zioni inedite (DtXoxXsìg rsXovvsiog nell' una, cInnó-
Xo%og ^AXe'ìtTiTteioQ nell'altra, al tempo stesso sono
xayoi ed esercitano L'dyoQarofiCa. Queste mie conside-

razioni non mi sembrano lasciar adito a dubbio. Benché
fin qui àyoQavofisTv ci fosse apparso soltanto nel senso
di presiedere al mercato, può benissimo avere anche
quello di presiedere all' assemblea ; e in questo signi-
ficato l'analogia della vicina Larissa e il senso che è
dato alla parola dyogd mi persuade che ricorra anche
nella nostra epigrafe di Mopsion.

14. Frammento di marmo bianco rotto da tutti i
lati. Alt. m. 0,22 ; largii, m. 0,63 ; alt. delle lettere
m. 0,005-0,010. Copia e calco:

u AEEY.NQYEY» PX N ,oN
W THHoAEIKATAKoIno^ ANTa aNI

)N j^NIAYTo NEPIaIaoY £AY*t\ AnPo^ASIKT.aSc YTEHoNo
H AoIANDP ooPa MENOMA AAAE TINoS APAooY P A P AITIoSTET
s. T I KAIP>aI KAI AET>aN KAI P P A£K>aNTASY Mc£ E i oNTATHl P o A
vpEIANEXoYKH^THS:noAE>arEM MHoENIAHoT Y TX AN EIN,

oSriNoMENoSTHlAlAKAAoKArAoIAKAIEYN oIA
^EAEIlNAoYNKAI HPoAI£HPEYMATI>a

io. NAN aPaN K AI*PoNTIE o NTA2YP

a a - - « a j

È da supplire press' a poco così :

................ag evvovg v\jxdq%m~\v [svxQrjGxov avtòv Tcaqs^ófisvog óiaxs-

Tt'Xsxe^v %rj TtóXsi xavd xoivòv xal xax lòiav x\_mv 7ioXhx~\mv [tw ósofitvco,
t~\ov èviavxòv smdióovg avx^àv^\ dTTQtxpaGCclxmg ovxs 7xóvo\ji> ovxs xaxo-
nad-iav 7TQOOQcó/J,£Vog, dXXd\_sC xf\vog dyad-ov TtaqaCxiog yéy\_ov£ sv nav-
•->• ri xaiQM xal Xéywv xal rcqdxxmv xd ùVj.i(f8\_(f\ovxa vrj tc6X\_si, ùìGxs xal
%Qsiav è%ovrtr]g xrjg TióXsmg ififirj-d-svì anoxvy%dv£iv (8-10 lettere)
(11-12 lettere) og yivó/xsvog xrj lòia xaXoxayaMa xaC svvokt \_f]v Tiaqt-
XÓfisvog vf. nóXei óiax^sXù • iva ovv xal fj rcóXig rj Il£v[iuxiu)[y (paivrj-
rai ti^iàda xovg dya&ovg TÙf\v dvdqàv xal (pQovxféovxag vrr[_èQ xrX.

Della nóXig LTsvuaxi'uiv si hanno monete con la
iscrizione Tlsv^axCav ed il monogramma A £A%cuàv)',
inoltre in una epigrafe di Cheronea (CIGS. I, 3287) si
conferisce la prossenia ad un JIsvfidxiog. Il Kòhler
aveva per primo congetturato che Peumata (xd IIsv-
liara) o comunque si chiami la città appartenesse non
alla lega achea del Peloponneso, ma alla Acaia Ftiotide
{Zeitschrift fur Numismatik, XII, p. 110 segg.) e
a questa città aveva riferito il passo di Liv. 32, 13,

ove si registra un luogo che i codici scrivono Teuma
tra le conquiste fatte dagli Etoli in Tessaglia nel 198.
La nostra iscrizione è una splendida conferma delle

(') Vale la pena di citare la spiegazione che dà del fatto
Haderli, Mera, cit., p. 82 : « Wenn ira Bundesvertrag von Larissa
mit Ktinig Philipp V von Makedonien (sic!) zweimal die Ago-
ranoraen zur Zeitbestiramung namhaft gemacht werden, so ist
auch ein Zusammenhang mit dem Vertrage zu verniuthen ».

Monumenti antichi. — Vol. Vili.

congetture del Kòhler.

b) Liste di schiavi liberati.

Una parte ragguardevole delle iscrizioni tessale
contiene liste di schiavi manomessi. L'importanza di
queste nude liste è molteplice : per la onomastica greca,
per la conoscenza del calendario tessalico, giacché le
manumissioni vengono in linea generale registrate se-
condo l'ordine cronologico, e in specie per la nostra
conoscenza di questa parte molto oscura del diritto
greco. Dall' ultimo punto di vista non potranno venire

2
loading ...