Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 9.1899

Page: 49
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1899/0033
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
49

PANTALICA

50

Sejh 38. Camerone rettangolare, la cui bocca si
apre a pochi passi da un abisso. Il corridoio d'ingresso
ne è lungo m. 3,30, con una larg. di 1,55, che di-
venta di 1,33 nella parte interiore; la prima cella,
intagliata con ogni cura nella roccia calcare compatta,
misura m. 3,77X3,80X1,83 alt.; da essa per un
piccolo passaggio si arriva in una stanzetta interiore,

il corpo solcato da fitte baccellature verticali, con
due anse acuminate impostate sulle spalle; il gambo
è pure adorno di striature verticali. Alt. m. 1,08
(tav. IX, fig. 4). Tutto il corpo del vaso è tirato
a stralucido rosso ; e la prima impressione che l'os-
servatore riporta così per la forma come per le bac-
cellature, ed il colore roseo imitante il rame, si è

circolare (diam. m. 2,20), molto irregolare e colle pa-
reti rustiche non rifinite, essendosi gli scavatori im-
battuti in un filone di roccia pessima.

Bicordo questo grande ipogeo, perchè essendo stato
nella primavera del 1880 rinvenuto chiuso da una banda
di saccheggiatori sortinesi, venne spogliato di ogni cosa;
se i cadaveri furono sconvolti ed i minuti oggetti tra-
fugati, la miglior parte del vasellame potè allora stesso
essere rivendicata al Museo di Siracusa ; e tanti erano
i vasi (come mi raccontò un testimonio oculare della
scoperta), che dai villani si credette quivi fosse un
magazzino di ceramiche anziché un sepolcro ; in ogni
modo esso ci dà un' idea approssimativa della ric-
chezza di sì fatte tombe di capi e personaggi distinti.
Ecco il materiale vascolare che ancora si conserva nel
Museo di Siracusa :

Vaso colossale in forma di bacino globare, sor-
retto da un gambo cilindrico, molto svasato al piede ;
il bacino ha un labbro di forte aggetto, e tutto
Monumenti antichi. — Vol. IX.

che il vaso riproduca un esemplare metallico tirato a
martello (').

Serie di quattro anfore eguali di forma ed anche
di dimensioni, in quanto sono tutte alte intorno a
cm. 43 ; il corpo è in tutte decorato a stralucido rosso ;
per la forma vedi tav. IX, fig. 6.

Anfora di egual forma, alta cm. 40, col corpo di-
pinto in rosso languido e fregi geometrici in rosso ca-
rico, consistenti in linee orizzontali e triglifi a tremolo ;
sulle spalle, sopra le anse, croci oblique (2) (fig. 8).

Quattro anfore minori, le quali per le dimensioni
(alt. media cm. 34), per lo sviluppo e l'assottiglia-

(') Ho altra volta pubblicato questo vaso con una medio-
cre fotoincisione in Archivio storico siciliano, N. S., A. XVIII
(1893), tav. HI.

(2) Se è accertata la provenienza di tale anfora da Panta-
lica, non è altrettanto sicura la sua primitiva associazione cogli
altri vasi di questo sepolcro ; anzi a me pare che essa debba
venire da uno dei gruppi del 3° periodo.

4
loading ...