Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 9.1899

Page: 625
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1899/0321
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
625

DI MONTEFORTINO

PRESSO ARCEVIA

626

Attestavano della lavorazione di tali armi entro
la capanna una grande quantità di scheggie raccolte
in vicinanza di esse. Con le quali erano altresì due
mezzi martelli forati di pietra ('), parecchie fusaiuole

Dallo strato archeologico superiore si estrassero nu-
merosi frammenti di vasi, in parte grossolani, ed in
maggior copia di fine fattura e di color nero, appar-
tenuti a ciotole, un frammento di corno fìttile, residuo

Fig. 2.

discoidali, un pectunculus forato all' apice, che, infi-
lato con altri, doveva formare una collana, due pezzi
di corno di cervo lavorati a zappetta con foro in testa,
uno dei quali si pubblica ora con la fig. n. 2.

(') Di questi martelli e di altri rinvenuti in seguito nella
medesima stazione ha poi dato una esatta descrizione il dottor
Colini nel Bull, di palein. ital., anno XXII, p. 10; cfr. pure
p. 172.

Monumenti antichi. — Vol. IX.

di ansa cornuta, frecce e giavellotti non finiti di selce
rossa e numerose scheggie, rifiuti di lavorazione.

Nelle altre capanne che formavano gruppo con
quella ora descritta e che si estendevano nel piano
delle Conelle, il cav. Anselmi trovò, negli anni suc-
cessivi, vari utensili di tipo nuovo, fra cui un manico
in osso, ornato di cerchietti incisi, con foro in testa,
per introdurvi una lesina di bronzo (fig. n. 3) ed una
quantità straordinaria di frammenti di vasi fini, per

40
loading ...