Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 9
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0011
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
9

ed i suoi monumenti preistorici

1(1

per la mancanza di scavi in tutti i monumenti visitati,
mi lusingo tuttavia che queste osservazioni possano avere
qualche interesso, se non altro a dimostrare come i co-
struttori dei nuraghi dovevano conoscere intimamente
il loro territorio, occupato forse già da una lunga serie

di secoli, prima di possederlo con un sistema di costru-
zioni che, poeticamente, potrebbero dirsi costituire il
primo abbraccio, il primo suggello di conquista im-
presso dalle schiatte preistoriche sarde alla terra nella
quale esse dovevano poi svolgersi, agitarsi e soffrire.

Antonio Taramelli.

§ 1. La regione della Giara;
siluazio/ie e caratteri geografici.

Ed anzitutto conviene accennare alla giacitura ed
al carattere topografico e geologico ed ai limiti di

zontale, si eleva sopra un circuito di collino marnose e
si presenta come il centro, l'acropoli di una vasta re-
gione formata dalle sue pendici e dai promontori vana-
mente ramificati e da altipiani ed alture che ad essa si
connettono, costituendo così una massa orografica stret-

Fig. 1 — L'altipiano della Giara, veduto da occidente, dall' acropoli di Usellus.

questa regione della Giara, quale appare dalla nostra
carta al 50,000, tratta dal rilevamento recente dello
Istituto geografico militare, fogli 217, II, Ales e 218,
III, Isilì.

Col nome di Giara di Gesturi, dal più grande dei
borghi situato presso alle sue pendici orientali, si in-
dica quel vasto e tipico altipiano che, a prima vista,
si distingue nella carta della parte meridionale del-
l' isola, in mezzo alla regione collinosa ed accidentata
che si aderge all'oriente dei Campidani di S. Gavino
e di Uras. Questo altipiano, o come lo designa il La
Marmora ('), questo isolotto basaltico a superficie oriz-

(') La Marmora, Voyage eri Sardaigne. Description Geo-
iogique, I, p. GIS.

tamente collegata e chiaramente distinta da limiti di
corsi d'acqua e da bassure, così che la natura stessa
preparava alle famiglie che venivano ad occuparla un
distretto ben delimitato, con linee di confine chiare, con
valichi e guadi precisi e difendibili (fig. 1).

In questo complesso si distingue adunque l'alti-
piano vero e proprio e le sue appendici. L'altipiano ha,
la forma di triangolo irregolare ed allungato da sud-
ovest a nord-est, con la punta verso questo lato, con
la superficie quasi perfettamente orizzontale ed un con-
torno ad angoli salienti e rientranti, segnati da un
orlo o ciglione continuo, quasi dovunque a picco, e mi-
sura un perimetro di circa 37 chilometri; questo peri-
metro, anche secondo il La Marmora, dovrebbe più che
raddoppiarsi se si misurasse alla base delle sue pen-
loading ...