Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 27
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0020
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
al vallone sottostante della Trarnatzera, si stende la
linea formata dai nuraghi Slnipel, Serri Armas, Pro-
cilis e Turri Piccinnu, ciascuno su di un piccolo
rialzo e tutti a vista del nuraghe più elevato.

Tutta la cima del piccolo altipiano del Giuerru
ha grande quantità di ossidiana, come anche fram-
menti di ceramica romana, che mostrano come in



questa regione, ricca di pascoli protetti da belle fo-
reste, con estese coltivazioni di granaglie ai fianchi,
ebbero stanza popolazioni anche in età romana.

L'altra vetta del monte, più a nord-ovest, domi-
nante Assolo, è alquanto più bassa dell'altra, ma è
più pianeggiante, ed il nuraghe che le sovrasta è una
delle più notevoli ed imponenti costruzioni della re-
gione, come appare dalla pianta e dalle fotografie
(fig. 7, 8, 9). Conservato in tutta la sua parte inferiore,
è composto dalla torre maggiore, e da una torre d'in-
gresso, congiunta alla prima mediante un poderoso
contrafforte che racchiude un cortile di pianta ellit-
tica irregolare. La costruzione è tutta quanta in grossi
blocchi di basalto, a struttura megalitica poliedrica
nelle due torri, con disposizioni a corsi più regolari

nel contrafforte, massime nella sua fronte orientale,
che presenta un angolo netto nel punto di attacco
colla torre maggiore, corrispondente al diametro di
essa. Questa ha la larghezza di m. 10,50; la cella
conservata nella sua parte inferiore, ha il diametro di
m. 4,50. La torre della fronte dell'edificio, del diam.
di 9 m., serviva come unico accesso all'intiero edificio;

ne resta ancora la porta verso l'esterno ed in dirittura
di questa, l'altra porta con corridoio che dà adito al
recinto. Tale disposizione di pianta ricorda quella del
nuraghe di Villanova Truscb.edu, detto di S. Vittoria,
in valle del Tirso, poco lungi da Fordongianus e da
noi studiato recentemente ('). In questo nuraghe però il
recinto è semicircolare, nel Giuerreddu invece il fianco
occidentale interno solo è ricurvo, mentre il fianco
orientale ha la faccia interna curva e la fronte esterna
rettilinea e regolarmente costrutta. Ma con questa pic-
cola differenza entrambi gli edifici rivelano lo scopo di
rendere difficile l'accesso alla torre maggiore, accre-
scendo la importanza di un edificio collocato in po3Ì-

(l) Notizie degli scavi, anno 1903, p. 493, fig. 20.

Fig. 7. — Pianta del nuraghe Giuerreddu, sulla vetta del monte Giuerru, presso Assolo.
loading ...