Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 81
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0047
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
81

ED I SUOI MONUMENTI PREISTORICI

82

Lazio, che l'architetto G. B. Giovenale, nel pregevo-
lissimo studio sui Monumenti preromani del Lazio,
raggruppò nel secondo tipo delle costruzioni poliedro-
megalitichc. Confronti stringenti potremmo trovare
tra questo recinto ed alcune delle costruzioni laziali
più attentamente studiate, quali sono le mura peri-

metrali dell'antica Norba (') ed alcuni fra i recinti
e le terrazze di sostegno dei vari edifici conservati in
quell'acropoli e specialmente nel tempio di Giunone
Licinia (2). Non può sfuggire l'importanza di tali av-
vicinamenti e dei risultati ottenuti dal Savignoni e
dal Mengarelli ed esposti con tanto corredo di serie
riflessioni, le quali dimostrano « in perfetta luce me-

(*) Savignoni e Mengarelli, Noria, in Notizie scavi, A.
1901, p. 514, figg. 29, 30; 1903, p. 229 seg., figg. 24,25.

(*) Ivi, Notizie 1903, p. 231, figg. 4, 8, 9. Cfr. Savignoni,
Noria dopo i recenti scavi archeologici (Atti d. Congresso
Internaz. di scienze storiche di Roma, 1903, voi. V (1904).
p. 255, Tavv. IH-V.

Monumenti Antichi — Vol. XVIII.

ridiana la piena romanità * di tutte le costruzioni su
quell'acropoli pelasgica. Tali consideraziooi e raffronti
ci porterebbero ad attribuire il recinto di S. Alitine
ad altre popolazioni, che dopo i costruttori dei Nu-
raghi occuparono e possedettero il territorio, od almeno
i suoi punti principali ; forse alle genti puniche, di cui

si trovarono copiose traccie di tombe, di monete, di sup-
pellettile ceramica nell'agro di Genoni e sullo stesso
monte. La rozzezza della costruzione può essere spie-
gata dal materiale offerto dal luogo e dalla difficoltà
di portarvi la calce e la sabbia per le malte. Nè
mancherebbero i confronti con altre costruzioni con-
simili, appartenenti all'architettura punica di Sicilia,
per esempio, con alcuni tratti delle mura di Erice, che
sono costrutte di massi grossolani, messi in opera senza
malta di calce.

Pur tenendo conto di queste analogie che porte-
rebbero ad attribuire il recinto di s. Antine ad epoca
più recente della nuragica, una vera determinazione

6
loading ...