Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 87
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0050
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
87 l'altipiano della giara

roso edifìcio, munito di contrafforte e di nuraghe secon-
dario innanzi alla porta; di questa rimane ancora
l'architrave, che spicca per le grandi dimensioni, di
oltre 2 m. di lunghezza, tra le pietre pur grandi che
compongono i corsi di base della costruzione.

Più a nord del Trappabulis e su un leggiero
rialzo elio sopraeleva il monumento preistorico al di
copra del limite degli invernali allagamenti del R. Fru-

Fig. 28. — Statuetta rappresentante un suonatore di

di gesturi in sardegna gg

Laconi ; ed ancora più a nord e su di un rialzo è i]
N. Fruscu, sottostante sdl'Addori e che sta come
estrema guardia della regione, al confine verso i]
vallone di Laconi.

Non meno interessante di questo allineamento
esterno di costruzioni nuragiche è quello che abbiamo
riscontrato nella valle di Pranu e' Preidi, interposta tra
le pendici del s. Antine e del M. Majori, costituito

orno, trovata nel nuraghe Santa, Perdu, presso Genoni.

mini, sorge il N. Longu, ancora conservato per 5 m.
di altezza, con un diametro di circa 10 m. ed uno
spessore di pareti di m. 2,50; come altri nuraghi
del piano, ha massi enormi e quasi senza lavorazione,
nei corsi inferiori; più regolari, ma sempre grandi, i
massi dei filari più alti, a struttura rozzamente po-
liedrica; a queste dimensioni si deve se esso si è
conservato, anche dopo i lavori agrari delle prossime
fattorie. A completare l'allineamento dei nuraghi che
guardano il confine tra le falde orientali del s. An-
tine e la regione allagata dal Prumini, sta il N. Pic-
cinu, sorgente appena appena con un filare sopra un
dicco di roccia poco compatta, a guardia di un sen-
tiero, che varcando il Prumini, muove da Genoni a

dal N. Biriu, allo sbocco del Rio Melaxi, più sopra
dal Moni' e Fogu, dal Fatili, dal Crovedu, che via
via si avvicinano al Perdaligieri, posto sulla ricor-
data dorsale d'unione dei due gruppi.

Il N. Biriu è fra i migliori esempi dei nuraghi
della regione, come mostrano i rilievi e le nostre ri-
produzioni (figg. 29-31). Esso conserva il nucleo centrale
o cono, con la porta rivolta a sud-est e addossato ad
esso un contrafforte, che ha un'altra tomcella fronteg-
giante alla porta, come si ebbe in altri esempi della
regione.

Il nucleo centrale è una costruzione molto rego-
lare; i blocchi di calcare compatto, accuratamente scelti
e ritagliati prima dell' impiego, con la fronte ricurva
loading ...