Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 251
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0139
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
251

NUOVI STUDII E SCOPERTE IN GORTYNA

252

prospetto, nudo ma coperto in parte dalla clamide che
è fermata sulla spalla destra da un grosso bottone, e
che, passando in pieghe arcuate sul petto, pende poi
sul dorso per essere quindi ripresa per un lembo sul

seconda metà del V secolo a. C. Per un'epoca tanto
antica parlano, oltre le forme del nudo e la rigidità
della posa, anche la trattazione ancora un po' con-
venzionale della lunga chioma che scende dietro in

Fig. 31. — Frammento di una statua di Apollo.

braccio destro, come s'inferisce dai resti di essa. Il
braccio sinistro, di cui si conserva la parte superiore,
sembra che pendesse lungo il fianco : l'attacco che si
vede qui sull'esterno della coscia potrebbe avere ser-
vito di appoggio alla mano piuttosto che al tronco di
sostegno della statua.

Apollo era qui rappresentato impubere ma di cor-
poratura robusta e quadrata con la cassa toracica ed
i muscoli modellati con uno studio bene inteso della
natura ma con un vigore eccessivo che fa pensare alle
statue di Policleto. A mio giudizio, è una copia, ese-
guita con molta perizia nei tempi ellenistici o romani,
di una statua assai più antica che io riporterei alla

una massa divisa in cinque ciocche troppo regolari, e
davanti in due grosse liste serpeggianti.

Un'altra statua del tutto somigliante a questa io
non conosco. Le rappresentazioni di Apollo con la cla-
mide così disposta sono rare e si possono citare sol-
tanto alcuni esempi di sculture, monete e gemme, i
quali per altro spettano tutti a tempi più recenti (')•
L'analogia maggiore colla nostra, ma con atteggia-

re) Cfr. Overbeck, Kunstmythologie, V, Apollon, p. 129 e
gli esempi statuarii ivi citati, nota b; p. 277, nn. 1-2, rilievi;
p. 302, n. 58, con tav. IV, n. 12, monete di Tavio; p. 318,
nn. 15 e 16 e la tavola nn. 22 e 23, gemme. Cfr. anche l'Apollo
del Belvedere.
loading ...