Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 595
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0345
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
595

VILLAGGI PREISTORICI DI CALDA RE

596

naco che trovansi nel Museo preistorico di Roma, pro-
vano colle impronte che le capanne erano chiuse in-
torno con pali abbastanza grossi e non con semplici
frasche. Sembra che tali capanne fossero a livello del
terreno e non scavate a fossa come quella quadrata di
A B

a 12 inm,, che erano dipinti da due parti. Sulla faccia
interna del vaso la decorazione era di linee brune nere,
larghe 2 o 3 mm., intrecciantisi obliquamente in
modo da formare losanghe di 15 mm. in lunghezza e
6 mm. di larghezza in media. Nella parte esterna
C D

E

G

Fig. 13. — Ceramica trovata nelle capanne del villaggio preistorico di Caldare. C/3 circa del vero).

Cannatello. Non avendo trovato una buca nel centro
di questi pavimenti per sostenere il tetto come le
due che stanno nel mezzo della capanna quadrata di
Cannatello, possiamo ammettere due diversi tipi nella
struttura del tetto. Qui, invece della fossa colla mu-
ratura a secco che la riveste, fu fatto lo zoccolo di
argilla ed abbiamo un esempio evidente che queste
popolazioni preferivano appoggiare le loro capanne alle
roccie. L'entrata delle capanne essendo geneialmente
volta a mezzogiorno, è probabilmente scomparsa.

Ho voluto disfare il pavimento di quest'ultima ca-
panna C per cercare cosa vi stava sotto fino sul ter-
reno vergine : alla profondità di 50 cm. trovai parecchi
pezzi di vasi rossi di argilla ben cotta spessi da 8

convessa erano linee brune longitudinali, larghe un
centim. Eravi pure sotto il pavimento il manico di una
tazza di terra nera bene lavorata colla stecca a lucido
come altri pezzi di ceramica che trovai sopra il pavi-
mento e che descriverò nel prossimo capitolo. Ab-
biamo dunque la certezza che tali capanne furono
fatte nel primo periodo e che la gente continuò a ri-
manere in questo villaggio anche nel secondo periodo.

La cosa è importante, perchè dimostra che fra il
primo ed il secondo periodo vi è un semplice pas-
saggio ed una evoluzione dell'industria, non una di-
versità di popolo (1).

(») Orsi, Ballettino di paletn. ital., XXXIII, 1907, p. 47.
loading ...