Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 19.1908

Page: 151
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1908/0094
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
151

CERAMICA NEOLITICA DI PHAESTOS

152

una scapola di bove. Nella fìg. 7 sono rappresentati
gli oggetti d'osso che trovammo insieme col pezzo di
un dente d'elefante e pezzi acuminati che servirono
come punteruoli o come aghi. Parlerò ancora di queste

F

statuetta femminile ha nel fianco destro. Potrebbe
anche essere il segno di una cicatrice fatta come
usano per ornamento alcuni selvaggi moderni, o sem-
plicemente una croce segnata in colore.
B

C D G

Fig

ossa nel Capitolo II, § 5, vennero in luce numerose
ossa spaccate per estrarre il midollo, piccole costole
di un animale più piccolo della pecora che forse appar-
tengono a lepri o conigli.

§ 4.

Idolo femminile. Conchiglie di pectunculus.
Un pezzo di ferro magnetico ed altri oggetti di culto.

Riproduco l'imagine di un idolo femminile che
trovai alla profondità di quattro metri. L'ho già pub-
blicato ('), ma in questa fotografia si vede meglio un
segno di tatuaggio fatto come una croce, che questa

(') Idoli femminili. R. Accad. delle scienze di Torino,
tomo LVIII, maggio 1907, pp. 375-395.

- . 2L a

A E

7.

Quest'idolo ha tre aperture sulla spalla destra che

PlG. 8.

servivano probabilmente a fissare la testa dentro un
loading ...