Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 19.1908

Page: 253
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1908/0147
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
253

IL NURAGHE PALMAVERA PRESSO ALGHERO

254

sormontata da una cella superiore o da un terrazzo,
un cortiletto o recinto B, posto innanzi alla porta
del primitivo nuraghe, ed un andito d'ingresso o cor-
ridoio I), al quale sovrasta una cella di pianta Glit-
tica, nel piano superiore.

La porta principale d'ingrosso a questo compli-
cato edilicio composto e che non venne rintracciata se

Fig. S.

La porta d'ingresso del recinto e

non dopo eseguiti alcuni lavori di rinforzo alla mura-
tura, si apriva nella fronte meridionale del recinto,
presso l'angolo della torre sporgente C ed offre, in-
sieme all'andito di accesso, un eloquente esempio
di porta difesa. Come si vede chiaramente dai due
studi di pianta e di sezione (tav. II, a; III, 1.2),
la fauce della porta verso la campagna E, limitata
da soglia in calcare con gradino, e coperta da un'ar-
chitrave in trachite rosea, ha un'altezza di m. 1,40,
tale da costringere chi entra a curvarsi leggermente ;
il piedritto a destra era stato divelto, forse da chi
aveva violato, in epoca molto remota, l'ingresso. 11
l'atto più interessante si è che a filo della porta ed

in modo da colpire al lato destro l'eventnalo assali-
tore, e quindi con evidentissimo carattere difensivo,
inspirato allo stesso concetto delle difese micenee
(Gxmd nvlìj), di colpire cioè l'assalitore dal lato non
difeso dallo scudo, si apre nella parete della torre
sporgente una feritoia, accuratamente eseguita, di
m. 0,80 di altezza, larga all'esterno m. 0,32 ma

Fig. 8-a.

la feritoia di difesa della medesima.

all'interno assai più larga ed anche più alta, sì da
permettere ad un arciere di appiattarsi ben difeso e
colpire o coi dardi o colla lunga lancia (fig. 9).

Passato l'ingresso, attraverso alla spesso muraglia
si aveva un andito di poco più largo della fauce ; la
parete sinistra dell'andito presentava una piccola nic-
chia, nella quale era praticato un sedile in pietra,
murato rozzamente, alto da terra m. 0,80, abbastanza
largo e profondo, perchè la persona destinata a
guardare la porta vi potesse stare comodamente se-
duta. La porta verso l'interno, che dava nel recinto
o cortile B, è assai più alta della porta esterna,
m. 1,80, così da concedere un passaggio più comodo;
loading ...