Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 19.1908

Page: 423
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1908/0246
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
423

ALGHERO. NUOVI SCAVI NELLA NECROPOLI PREISTORICA

424

eia ('), come dalle sepolture iberiche di Palmella (2) della Francia ed in quelle grolle artificiali (*), come

e specialmente in quelle di Crasto, che hanno dato, nella penisola iberica, dove si riscontrarono esemplari

come queste di Anghelu Kiiju, materiale della prima tratti da grandi peciunculus, come nella grotte di

età dei metalli (3), Alcobaca, nel Portogallo, ed in numero molto grande

L'ampia nicchia o cella c, che si apre nell'angolo nello tombe di Zapata (2), nella Spugna meridionale,

sinistro della cella maggiore, conservava sopra al let- negli scavi tatti dai Siret, che li giudicarono brac-

ticciuolo funerario le traccie di almeno quattro ca- ciali.

Fig 13 — Coti votive e d'uso delle tombe XIII, mi. 2, 3 e XVII n. 1.

daveri, a giudicare dalle ossa dei cranii; la suppel- Di molto interesse è l'oggetto rappresentato a

lettile per quanto sconvolta era varia ed interessante. fig. 13 (3); è una custodia rettangolare di osso, della

Si ebbe il grosso anellone in calcare bianco di lunghezza di 172 mm. e larga 32, spessa 5 mm , che

mm. 75 di diametro (fig. 13, i) che dovette servire ha nel mezzo una incavatura pure rettangolare, nella

come pendaglio, essendo troppo stretto come braccia- quale esattamente sta una piccola lamella di calcare

letto; di tipo non troppo frequente in Sicilia, dove verde-grigio, durissima, esile e lunga mm. 87, forata

appare nei più antichi sepolcri di Castelluccio ('), ha come le consuete pietre da affilare alle due estremità

raffronti nelle regioni occidentali, sia nei clolmens _

__ (') G. et A. de Mortiller, Musée préhistorique, 2a ed.,

n. 616; Cazalis de l'ondouce. Derniers temps de la pierre dans

(') Cfr. ad esempio quelli del dolmen di Er Rodi la Tri- VAveyron, t. Ili, fig. V.

nité (Morbihan) : Du Chatelier, La poterie préhistorique etgau- (s) Siret, op. cit., tav. XX, fig. 8.

Ione de VArmoriqne, p. 31, t. Ili, 2, 9, (3) Illustrando i moltissimi oggetti di questo tipo dati

(2) Cartailhac, Ages préhistoriques de VEspagne et du Por- dalla necropoli di El Argar, i Siret sono in dubbio se chia-
tugal, fig. 57. marti pendagli o pietre da filare (op. cit., tav. XXIII, 40-40);

(3) Santos Rocha, Primieros vestigios da epoca do coire come affilatoi, aiguisoirs, sono invece ritenuti anebe recente-
nas Gercanias da Figueira, Portugalia, I, p. 133, fig. 2. mente dagli archeologi francesi, cfr. Martin, Explorat. arch.

(*) Orsi, Ball, cit., a. XVIII, p. 18, t, III, 12. dans le Morbihan, in Rev. arch., 1898, p. 210.
loading ...