Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 19.1908

Page: 463
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1908/0266
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
463

ALGHERO. NUOVr SCAVI NELLA NECROI'OLI PREISTORICA

464

L'ultima cella e, che era quella di fondo della Spagna è frequente per sepolture di bambini, in tombe
tomba con ingresso 2, forse per la grande quantità che si accostano all'età del bronzo (').
di terriccio di filtrazione, serbò molta parte del suo Oltre a questo grande vaso, la tomba dette quat-
deposito primitivo; anche qui le deposizioni erano tro vasetti di terra grigia, di rozzo impasto, mal cotta,
state moltissime e copiosi i resti. Però nell'angolo con superficie spianata, non levigata, che ricordano i
destro si ebbe un grande vaso intiero (alt. m. 0,52, vasi delle grotte Iglesienti. Abbiamo: a) un vasetto
diam. m. 0,46), con poche scheggiature alla bocca, di a pareti ovoidali ed a fondo piatto, alto mm. 60, uni-
forma biconica con fondo piatto ed orlo leggermente nito di ansetta a forellino ricurva in alto, che ricorda
espanso, munito di robuste anse a ponte e bozze schiac- strettamente il vasetto della grotta di Serbami e del
ciate all'incontro dello due curve' (fìg. 40). Forse le capo S. Elia (fig. 41, 2) (*); b) un'olletta a fondo piatto
sue grandi dimensioni richiesero una specie di tornio e parete a cono, con ansa a ponte, di tipo già dato

Via. 40. - Dolio della loniba XX. '/io del vero.

0 almeno una forma per elevarlo e comporlo con suf- dalla grotta di Bunannaro (3) e dalle tombe di Licata

tìcieute armonia, come suppose il Martin (') per ta- in Sicilia (4) (fig. 41, 4), ed un altra, c, quasi simile,

limi vasi dei dolmens francesi, e ciò anche per dare a un poco più alta ma con due ausette a ponticello a

tutta la superficie una uniforme lucentezza. Esami- metà del fianco, che hanno numerosi confronti sia

nando il contenuto del vaso, si osservano nella terra nella ceramica dell'isola (fig. 44, 2) (r'), che nelle grotte

alcuni ossicini di bambino, ma questi potrebbero es- della penisola italiana di Monte Bradoni, ed in tombe

sere entrati col terriccio di filtrazione, sicché non oso eneolitiche di tutto il Mediterraneo (c). Ovvio e di tipo

decidere se il nostro dolio sia semplicemente uno dei comune in tutte le tombe di questa necropoli il va-

vasi usati per liquidi rituali che si trovano nelle setto cilindrico a fondo piano di forma irregolare dato

tombe eneolitiche ed assumono talora grandi propor- a fig. 41, 3.

zioni, come nelle tombe del villaggio siculo, presso _

Matera (2), oppure pensare ad un ossilegium 0 ad un

. ,. , . , (') Siret, p. 120, tavv. 28, 35, 36 (El Argar) p. 195 (El

esempio di sepoltura entro vaso, che sino ad oggi ap- officio)

pare rarissima nelle tombe di Sicilia (3), mentre nella (»j pinZa, op. eit, fig. 17; Colini, Bull, cit., A. XXVII.

__ tav. VI, 11. Anche a Melilli, in Sicilia; Orsi, Bull, cit., A. XVII,

tav. VI, 1, p. 62.

(') Martin, Exploration archéolog. dans le Morbihan, (3) Pinza, op. cit., tav. IV, 3.

p. 214. (4) Colini, Bull, cit., a. XXXI, p. 168, fig. 6.

(2) Patroni, Villaggio siculo ecc., p. 73, figg. 79, 80. (5) Pinza, op. cit,, fig. 16, tavv. 13, 17.

(3) Orsi, Necropoli di Gramrnichele, Molino della Badia, («) Colini, Bull, cit., A. XXV, p. 306, tav. II, 8; Tsountas,
in Not. d. scavi, 1905, p. 108. KvxXadcxà, in 'Ftp. Hqx. 1899, tav. IX, 17.
loading ...