Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 19.1908

Page: 591
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1908/0331
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
591

IL RILIEVO GLADIATORIO DI CHIETI

592

guarda a sinistra, porta sul capo la mano destra e al tempo cioè in cui le armature di gladiatori erano

mostra la mano sinistra distesa in atteggiamento di ormai certo ben fissate.

orrore. E i rilievi nei quali debbono riconoscersi sicu-

Frequente è dunque l'uso di rappresentanze di ramente rappresentanze di combattimenti gladiatorii

combattimenti su monumenti sepolcrali; occorre per- non sono anteriori a questo periodo, e provengono

Fio. 18. — Frammento di decorazione di sepolcro che esisteva presso Civitella S. Paolo.

tanto essere guardinghi nel dare la denominazione in gran parte da Roma o dalla Campania, dove appunto
di gladiatori a cosifatti combattenti, tanto più quando ebbero straordinaria fortuna quegli spettacoli.

— Altro frammento di decorazione di sepolcro che esisteva presso Civitella S. Paolo.

i rilievi che li rappresentano, come quelli che testé In questo grande amore per tali lotte sanguinose

ho ricordati, non possono essere anteriori alla fine si deve, a mio credere, ricercare la ragione di tali

della repubblica (') e ai primi tempi dell'impero (*), rappresentanze nei sepolcri: quasi che coloro, ai quali

_ era destinato il sepolcro istoriato da rilievi gladiatorii,

volessero ancora dopo morte godere di quegli spetta-
ci A tale età può assegnarsi il rilievo di Preturo (tav. V,2), , ,., ,, , . . .,

.. . , . coli, che tanto duetto avevano loro procurato in vita,

come parmi accennino ì rilievi e le iscrizioni tornati in luce in- ' r

sieme con quel rilievo (Notizie degli scavi, 1879, p. 145 e Trimalcione nel passo di Petronio già ricordato (pag. 587,

segg. C. I. L. IX, 4454, 4458-60,4IG5-07, 4471-82, 4484, 4486, n_ 3) — passo che, a mio credere, ha in tale questione
4491 a). Gli errori già notati in quel rilievo (ved. sopra p. 53)

e l'essere il busto rappresentato di prospetto e le gambe e il grandissima importanza — giustifica il SUO desiderio

volto quasi sempre di profilo, sono dovuti a ignoranza di arte- di vedere nel SUO sepolcro ritratti « Petraitis omnes

fici inesperti (cfr. Della Seta, op. cit., p. 113). .... ..... ,

j ... . n. .. „ „ - . I .. ,. pugnas » in tal guisa: » ut min contiugat tuo be-

( ) 1 rilievi di Civitella &. Paolo devono essere più tardi, r ° a a

come rilevasi anche dalla forma delle corazze. neficio post mortem vivere ».
loading ...