Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Hrsg.]
Monumenti antichi — 20.1910

Seite: 81
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1910/0049
Lizenz: Freier Zugang - alle Rechte vorbehalten Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
SI

A TEANO DEI SiniCINI

82

a forma di colonna scanalata, sta ritta in piedi rivolta
con la schiena alla vasca, una figura slanciata di
donna nuda, con armille ai piedi, che con la mano
destra si regge i capelli e nella sinistra stringe un
nastro che accosta alla regione sottoposta al seno
e all'ascella. A destra di lei sta un'altra donna nuda
posata sulle ginocchia, curvata, che con ambe le mani
si lava la chioma. Dietro a questa un'altra donna in
piedi, nuda, con armille al polso destro, al braccio
sinistro, e collana con pendaglio al collo. Si avanza

Armilla d'argento a nastro, a cerchio aperto,
con estremi ad uncino desinente a testa di serpe;
diam. mm. 74 (fig. 49).

Collana di oro di 69 grani, a sfera compressa,
con due tubetti agli estremi (fig. 50).

Due scudetti di cristallo di rocca, recanti l'uno
a rilievo una testa di vecchio barbato, l'altro in in-
cavo un torso giovanile; lungh. mm. 25.

Due piattelli ad alto piede, graffiti; alt. cm. 10
e cm. 85.

Fig. 49.

verso la prima donna, e pare che le porga con la Olpe, stamnos a vernice nera.

destra un panno ; ha nella sinistra una strigile(P). Al di T. 34 (54). Piatto con ornati graffiti e impressi, e

sopra della vasca, al punto dove ordinariamente sugli con iscrizione osca graflita, descritto a col. 28 (fig. 52 b).

Fig. 50.

specchi etruschi è rappresentata una testa di leone
da cui sgorga l'acqua nella medesima, sono tracciate
molte linee, che non danno un concetto chiaro della
rappresentanza, e a quanto pare, esprimono le vesti
delle bagnanti, fra le quali è un nastro serpeggiante,
che arriva fino in terra; altro simile pare che limiti
a destra il campo della rappresentazione. Il piano di
posa della figura è espresso con fasci di linee a zig-
zag. 11 tutto è racchiuso in un listello, i cui estremi
ripiegati a spirali opposte, sono connessi ad un fiore
campanulato, e dalle quali si partono due rami d'al-
loro, che vanno a incontrarsi, nella parte più alta del
disco, con un fiore a quattro petali ; diam. cm. 16,
lungh. col manico mm. 293.

Moneta di bronzo campana, ossidata.

Due fibule con arco a foglia e con linguetta
alla staffa.

Monumenti Antichi — Vol. XX.

Oinochoe a labbro trifogliato; attorno al collo
giro di ovuletti graffiti con punto nel mezzo, fra due
giri lineari graffiti e due punti bianchi; sul ventre
ramo graffito con foglie di edera e bacche di color
bianco; alt. cm. 11 (fig. 51 b).

Guttus a sfera compressa, ansa anulare; sul
ventre ramo graffito come sopra, e giri di ovuletti e
cerchielli; simili ornati attorno al collo e sull'ansa;
alt. cm. 9 (fig. 52 c).

Stamnos, kantharos, skyphos, cratere a campana,
a semplice vernice nera (fig. 51 a, c, d).

Piatto a fregi graffiti e impressi; diametro
mm. 245.

Due piattelli ad alto piede, tre ciotole a fregi
impressi (fig. 52«).

Cuspide di lancia di ferro.

Anello digitale d'oro, a verga cilindrica.

6
loading ...