Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 20.1910

Page: 861
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1910/0461
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
861

AVANZI DI MURA ECC.

862

Che tale sezione sia stata rifatta con materiale
antico appare anche dalla circostanza che molte bozze,
le quali si vedono arrotondate negli angoli, dovettero
subire a lungo l'azione delle acque, giacendo disciolte
e sparse sul terreno.

ciuolo a secce, di costruzione assai più recente, formato
con frammenti di bozze e con altri materiali antichi.

Questo tratto, che sta perfettamente a riscontro
col muro al disotto del Teatro romano, presso la via
di Riorbico (cfr. fìg. 5), può essere riguardato come

Fig. 3. — Tratto del muro A nel giardino vescovile frammisto a fabbrica moderna (cinta inferiore, lato orientale).

Il tratto che segue dopo la divisione tra il giar-
dino del vescovo e il bosco comunale è certamente
in si tu, ed è inoltre il più bello di tutti gli avanzi
che ora vengono pubblicati per la prima volta. E lungo
solo una diecina di metri, ed è composto di quattro
filari di massi isodomi ben squadrati e sovrapposti, con
scaglie di pietra qua e là fra le commessure. Questo
muro poggia a fior di terra sulla roccia stessa del
colle, che si vede al disotto (fig. 4). Le bozze dei primi
due filari, più grandi, variano tra m. 0,60 e 0,64 di
altezza, e m. 0,66 e 0,98 di lunghezza. Il terzo filaro
è di bozze notevolmente più basse e più lunghe. Se-
guono da ultimo un quarto filaro di grosse bozze della
proporzione delle inferiori e gli avanzi di un muric-

uno dei più belli e tipici esempì di mura etnische ;
anzi esso, per quel terzo filaro più sottile, intramezzato
a guisa di cintura, è forse ancora più caratteristico
dell'altro spesso riprodotto e che io esibisco solo per
confronto. Molte bozze di questo tratto poi, come del
resto anche altre di altri ruderi, hanno nel centro
un foro rettangolare, nel quale veniva fissata l'uli-
vella per legarvi la corda o la catena che serviva a
trascinarli. Il resto del muro A, fin dove è visibile
sul terreno, appare anch'esso rimaneggiato e ricom-
posto, però in tempi antichi, forse romani, perchè,
mentre vi si vedono adoperati in massima parte gli
stessi parallelepipedi del muro primitivo etrusco, seb-
bene intramezzati e sorretti con sassi più piccoli,
loading ...