Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 20.1910

Page: 885
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1910/0473
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
885

AVANZI DI MURA ECC.

88G

e specialmente per quella della C, che ha la curva
molto pronunziata e regolare, per quella della S dalle
volute simili, e della 0 perfettamente rotonda, nonché
per il ricordo stesso del seviralo, si potrebbe far ri-
salire addirittura al bel tempo di Augusto.

Come su tutte le acropoli antiche, anche su quella
fiesolana esistevano delle costruzioni di genere non

convento dei francescani. L'architetto Del Rosso nella
citata sua monografia intorno alla Basilica di S. Ales-
sandro, dimostra come, in seguito a scavi', si sia po-
tuto assicurare che nel luogo della detta Basilica pree-
sisteva un tempio pagano. Riservandomi di parlare
per ultimo di tale importantissima scoperta, credo
opportuno di esporre subito i risultati di un altro tro-

Fig. 16. — Muro H. Miseri avanzi sul ciglione occidentale della cipressaia.

militare, e di destinazione diversa dai fortilizi. Tali
costruzioni erano bensì protette dai muraglioni di
difesa, ma non avevano nulla di comune con essi,
perchè, mentre questi venivano innalzati col solo scopo
di opporre una valida resistenza al nemico, le altre,
che erano i templi, i sacelli, le edicole e in generale
tutti gli edilìzi e i luoghi sacri dell'acropoli, distinti
con nomi speciali e propri alla loro varia mole e
funzione, avevano l'ufficio di serbare, nel luogo più
munito e più inaccessibile della città, i simboli
delle divinità più venerate e le suppellettili preziose
del culto, le quali nei momenti pericolosi erano così
al sicuro dai saccheggi e dalle depredazioni.

Non si sa però il numero preciso degli edifici
sacri esistenti sulla collina che fu poi coronata dal
Monumenti Antichi — Vol. XX.

vamento, non meno prezioso per la storia e la topogra-
fia dell'acropoli, il quale ha fornito copiosi ed indiscu-
tibili avanzi di un fabbricato forse etrusco e di de-
stinazione sacrale.

Fu anzi in occasione di questo travamento che io
ebbi dal Soprintendente d' Etruria prof. Milani l'in-
carico di compilare il presente studio intorno alla
acropoli di Fiesole.

Un'antica cisterna
sull'acropoli e i materiali in essa contenuti.

Nella primavera del 1907 gli alunni del convento
dei francescani, seguendo un'antica tradizione conser-
vatasi sempre nella loro comunità, riuscirono a sco-

57
loading ...