Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 28.1922

Page: 281
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1922/0155
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
281

di arte paleoetrusca in stile protoionico

282

Tuttavia l'attribuzione delle ali e del lcnielauf- tra figura vivente, tenendola con ambo le braccia
schema non è esclusiva di questi demoni, ritratti nel accostate al seno, ha mantenuto il carattere arcaico
loro ufficio di ministri di morte o con semplice conce- dell'arte ionica nei monumenti più tardi dell'arte greca,
zionc apotropaici, ma si ritrova altresì applicata nelle e così pure dell'arte etnisca, legati a funzioni archi-
rappresentazioni di alcuni esseri divini (1), per i quali tettoniche come gli acroteri fittili dei templi (1),

Fig. 12 : da un'anfora del Museo Etrusco Vaticano (fotogr. Alinari).

l'arte etrusca è ricorsa pure ai tipi dell'arte greco-orien-
tale, creati sullo schema comune delV Artemis Persica.

Nel medesimo schema di aggruppamento in cui
sono figurate le Arpie che rapiscono un mortale,
l'arte ionica ha concepito Eos che rapisce Kephalos,
Borcas che rapisce Oreithyia : tale schema di ag-
gruppamento di una figura alata che trasporta un'al-

(*) Vedasi la figura alata, dall'aspetto giovanile di Eros,
nel tondo di bronzo laminato e traforato, appartenente ai resti
metallici di un carro, scoperto in uno degli ipogei di Montecal-
vario (Castellina in Chianti) : Milani, in Not. degli Scavi, 1905,
pag. 236, fig. 33 ; Montelius, op. cit., pag. 104, fig. 2G0 ; Ducati,
1. e, 296.

Il medesimo schema di aggruppamento è stato ap-
plicato anche se la figura rapita è un morto, come
nel caso di Athena aid-via che trasporta il corpo di
Pandione, riconosciuta dall'Aliti (2), con profondo
acume, nel vaso attico a figure nere di Camiros (3)
ed in uno specchio etrusco graffito (*).

(*) Cfr. Furtwangler, Meisterwcrke, pp. 260-257. Il Lung
(op. cit., pag. 48 sgg.), studiando raggruppamento di Eos che
trasporta il corpo di Meninone, ha'raccolto i principali esempi
di scene mitiche di ratto dell'arte ionico-an-iica.

(2) Cfr. Anti, in Mommi, ani. dei Lincei, XXVI, 284 sgg.

(') Cfr. De Ridder, Catal. des vases de la lìibl. Nat., I,
pag. 172 sg., n. 2G0, fii;. 23.

(*) Cfr. Gerhard, Etrusch. Spiegel, IV, 361.
loading ...