Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 28.1922

Page: 567
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1922/0315
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
567

VASI FIGURATI CON RIFLESSI DELLA PITTURA DI PARRASIO

568

corata a crocette come il nostro vaso e vi è un arbusto
d'alloro perfettamente identico a quello del cratere B.
L'insieme della composizione è meno simmetrico delle
nostre e il disegno più pittorico.

II). Vaso di Ruvo, con Talos, il gigante di bronzo
cretese, che. colpito dalle formule magiche di Medea
cade Fra le braccia di Castore e Polluce.

V. R., taw. 38-39, e testo, L,p. 196 segg. ( = Ducali.

giudica che il maestro di questa pittura non sia « nes-
sun altro che quello del vaso di Talos » (p. 32).

IV). Anfora di Melos, al Museo del Louvre, con
Gigantomachia.

F.-R., taw. 96-97, e testo II, p. 193 segg.

Fregio simile, ma non identico, a quello del cra-
tere A : capelli a linee un po' piene e cioè dipinte piìi
che disegnate, quali possono ben dirsi quelle dei tre

L'urli- classica, Torino L920, p. 4278, lig. 419 - Mi- crateri siracusani. Abiti con bordure e decorazioni

chaelis Della Seta. Manuale, p. 271, lig. 474i. a crocette : scudi decorati internamente con spirali,

Ila il fregio inferiore come nel nostro cratere A: come ut1! cratere B. Indicazione sommaria ma precisa

i capelli sono trattati a ciocche "sfumate'); l'occhio dei muscoli. Tentativi di scorcio. Movimento della

in taluni personaggi (Castore. Polluce, Talos) reca composizione — vasta e complessa—con svolazzi di

l'indicazione della, pupilla e dell'iride, e nella veste abiti. Il dipinto si svolge in diversi piani, che però non

assai ricca di Medea ricorre la decorazione di ero- sono indicati alla maniera poliguotea.

celle. Nel campo riappare l'elemento paesistico degli A questi quattro esempi ricordati dal Furtwaen-

arbusti di alloro, trattati in maniera del tutto identica gler nella Griechische Vasenmalerei mi sembra possano

del precedente e del nostro cratere B. Vi sono alcuni aggiungersi, come pertinenti al medesimo indirizzo

tentativi di scorcio. artistico, i seguenti :

tll). Anfora di Arezzo con Pelope ed Ippodamia. Vi. Oenochoe di Randazzo (collezione Vaglia-

F.-R., taw. 67, e testo I. p. 32 segg. sindi) con i Boreadi che liberano Phineus dalle Arpie.

Ornamento inferiore identico a quello dei crateri Rizzo. Monumenti ani. dei Lincei, XIV, col. 82

lì e (' : i capelli sono dipinti a pennellate sottili (non segg. = nostra fig. 26.

però linee) : vesti a tessuto di due qualità distinte (si Ornamento inferiore come nei vasi B e C. Capelli

confronti l'Ippodamia con l'Elettra del nostro era- a sottili linee ed occhio con iride e pupilla ; vesti ade-

te.re A): allori nel campo coinè nel precedente. Ten- renti, adorne in parte di crocette: alti calzari come

tativi, non sempre l'elici,_di scorcio. Il Furtwàngler nei crateri B e C. Tentativo di prospettiva nella di-
loading ...