Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 29.1923

Page: 29
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1923/0021
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
29 ALBI!

riccio misto a frantumi fìttili o laterizi (V). Frammenti
d'una medesima coppa di terra sigillata furono trovati
in uno di questi vasi ed in altro piantato nelle stesse con-
dizioni poco lontano (Piano II, 15). La coppa fu in gran
parte ricomposta (fig. 43).

*
* *

Della cavea del teatro rimane il primo maenianum

MIXITJM 30

nel tratto che s'è potuto scoprire, non ci ha dato fe non
gli avanzi del muretto sostenente il pulpitum, avanzi
rasi pressoché al livello dell'orchestra. Forse il pavi-
mento della scena era di legno, come ad esempio nel tea-
tro grande di Pompei (1). Il coronamento ael muretto
era costituito da una cornice di pietra della Turbia, di
cui si vede l'inizio nel fianco del parodos ovest (fig. 6).

con una gradinata di 10 gradini di pietra della Tur-
bia (fig. 5). L'orchestra, come di solito nei teatri romani,
è perfettamente semicircolare : diametro dim. 21, quindi
un po' maggiore di quello del teatro di un'altra città
romano-ligure, Libarna, benché il teatro di Libarmi,
nel suo insieme, occupi una estensione maggiore, e,
prima di essere distrutto fino alle fondamenta, dovesse
certamente apparire più grandioso (2). L'area della scena,

(J) Di vasi ritagliati nell'orlo ed incastrati in terra si occupò,
or non è molto il Negrioli, essendosene trovato uno in un pavi-
mento presso Bologna : di altri, scoperti pure presso Bologna
e anche nel Modenese, aveva già dato notizia il Brizio. Se ne
rinvennero pure due a Luogosano (Avellino) piantati attraverso
due pavimenti sovrapposti (Notizie d. scavi, 1915, p. 147).

(2) Moretti, Scavi della città di Libarna (Noi. d. scavi, 1914,
fase. 3).

Al piede del muretto corro un canaletto largo m. 0,2.5
che prosegue sotto il parodos ovest e che doveva racco-
gliere le acque piovane. A poca distanza dal parodos
il canaletto è attraversato da un lastrone di pietra della
Turbia : è certamente avanzo d'una scaletta di accesso
dall'orchestra alla scena, scaletta già nota nel teatro
grande di Pompei e in altri teatri (2).

Ad ovest della scena appare uno dei pnraskenia, con
probabile soffitto a vòlta.

La gradinata del maenianum è in gran parte conser-
vata. I gradini sono alti m. 0,40 e larghi m. 0,70, meno il
più basso, largo m. 0,40, che costituisce una semplice

(!) Mau, Pompeji, 1908, p. 146.

(2) Ercolano, Arles, Dugga, Thimgad, ecc.
loading ...