Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 29.1923

Page: 675
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1923/0363
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
675 ESPLORAZIONI ARCHEOLOGICHE NELLA LICIA E NELLA PANFILIA 676

irregolare e ripido. Tale sentiero deve coincidere più grande, di m. 8,40 per 5,20 (fig. 3, 5). Lavoro isodo-

o meno con una strada antica, perchè fiancheggia rnico, abbastanza regolare. Sul lato breve, parallelo

una serie abbastanza notevole di costruzioni diqual- al sentiero, indizi di una grande porta con ampio

che importanza, evidentemente orientate sulla sua gradone antistante. La probabile presenza di questa

direzione; perchè nel primo tratto, paralleli al suo porta, unita alle proporzioni dell'edificio, mi induce a

andamento, sono visibili dei rozzi muri a secco che riconoscere in questo un tempio.

sembrano appunto sostegni di strada; perchè infine
nella sua ultima parte, la più alta, rimangono ancora
sicure e chiare tracce del fondo della strada antica.

A circa 200 metri dalla selletta, in un pianoro er-
boso e ombreggiato, sulla sinistra del sentiero, è un
crepidoma a tre gradini, all'incirca quadrato (il lato
posteriore tuttavia non è determinabile con sicurezza),
misurante m. 3,00/ìi lato al gradone superiore (fig. 3, 4).
Lavoro isodomico abbastanza regolare. Nessuna traccia
delle strutture superiori, così che non è possibile dire
se il crepidoma reggesse un tempietto oppure un mo-
numento di altro genere.

Poco più avanti, nello stesso pianoro, sempre sulla
sinistra del sentiero, altri avanzi di un edificio più

Subito dopo, sulla destra del sentiero, edificio
rettangolare di m. 6,00 per 14,10 (fig. 3, 6; fig. 5 e
fig. 6, a). Le mura, conservate per un'altezza media di
m. 1,50, sono a blocchi molto irregolari e molto varii
di proporzioni, così che la costruzione può definirsi
ciclopica, alquanto regolarizzata. Un muro divide
l'edificio in due ambienti. Nell'ambiente verso il sen-
tiero è ancora in posto uno stipite che da un lato so-
steneva la porta, dall'altro una finestra. Un foro
nello stipite stesso serviva a incastrarvi il palo per
sprangare l'imposta (fig. 6, b).

Di contro a questo edificio, sull'altro lato del sen-
tiero, ma alquanto a monte, altri due edifici simili,
rettangolari e costruiti con la stessa tecnica (fig. 3, 7).
loading ...