Real Museo Borbonico — 13.1843

Page: jy
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/museoborbonico1843/0259
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
VOL. XIII. TAV. XXXV.

tutte le cornici delle riquadrature fatti a merletti
son rossi ; i bastoncini di mezzo co’loro ornamenti
son verdi; i fiori e le borchie di color turchino;
svariati gli altri colori della rimanente composizio-
ne. Sommano ad una quarantina, in sette ordini
orizzontalmente disposti, i quadratini, tra interi
e spezzati, ciascun de1 quali rappresenta come un
grazioso quadretto. Da’ quattro angoli di ognuno
di essi pendono i fiori medesimi ; ma immagini
raramente ripetute ne adornano il mezzo con tanto
di eleganza ed armonia che gli è una maraviglia
a vedersi. Qua ricorrono uccelli, là fiori; dove
soli raggianti, dove Amorini e Geni in atteggia-
mento diverso; quando alcuna Baccante, e quando
Ninfe con in mano emblemi d’ogni maniera. Non
mancano infine piccioli e tondi medaglioncini, en-
tro a’quali stanno delineate svariatissime cose, ma
dall’ età consumate. In somma pare che non po-
tevasi con più di gentilezza e perizia unire la va-
rietà colla simmetria per produrre uno de’ più
leggiadri dipinti a mosaico che il pennello antico
abbia saputo creare.
Gli Accademici Ercolanesi nella tav. 55 del
IV tomo delle pitture hanno minutamente descrit-
★★
loading ...