Nardi, Luigi
Descrizione antiquario-architettonica con rami dell'Arco di Augusto, Ponte di Tiberio e Tempio Malatestiano di Rimino — Rimino, 1813 [Cicognara, 4053]

Page: 48
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/nardi1813/0048
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
48
membri sono una gola rovescia ed una listella . La parte superiore
( Tav. IX Fig. X ) termina con una gola diritta . Si profonda essa ri-
quadratura circa tredici minuti. Pare conveniente il non lasciar di
notare su questo passo, che tutte le riquadrature di quante antiche
iscrizioni ordinariamente si vedono, sono, come queste, sfondate nel sas-
so , e quest' uso è talmente equo, che un bravo artista non saprebbe
abbandonarlo. Nel mezzo dunque di. questi due vasti piani si leggono
in caratteri semipedali le due sastose iscrizioni, delle quali abbiamo
parlato di sopra.
Le parti posteriori di queste riquadrature sono liscie , e senza a-
dornamento ( Tav. X Fig. Ili ). Son elleno collocate dirimpetto l'una al-
l' altra, a riserva di qualche piccola differenza, che è disetto delle
ristaurazioni. La riquadratura alla parte del mare, ov'è 1' aspetto più
nobile del Ponte, fu posta in maniera che corrispondesse in questa sim-
metria con P arco di mezzo ( Tav. VII Fig. II ) che le sta sotto. Non
così però P altra alla parte del monte ( Tav. X Fig. Ili ) ; impercioc-
ché a motivo della obbliqua direzione delle grandi pile e degli archi
del Ponte cade suori della giusta simmetria dell' arco di sotto, e pen-
de più verso Rimino. Il ohe fu satto con ottimo divisamento, affinchè
le due iscrizioni sulla regia strada del Ponte riuscissero dirittamente
una in saccia all' altra ; onde il Viaggiatore non iscoprisse la obbliqui-
ta delle pile. A pie di ciascuno dei parapetti v' è internamente un
gradino ( Tav. Vili Fig. Vili, Tav. IX Fig. IX ) ad uso de' pedoni,
largo circa P.1 a , ed alto P.1 1 in circa. Tra questi due gradini scorre
la regia strada, fatta ad uso de' carreggi e degli animali. Ben si de-
ve ammirare P esattezza di Leonbattista ( a ) : Decursoria, quae se-
cundrtm mediani Pontis viam. ad spondam, mulìerum et pedituum.
grada adjecta sint s uno atque item altero adstdbunt gradu Celsio,
ra ss quam ipsa isthaec via media 3 quae jumentorum. grada silice
insternatur. Questa strada è larga circa P.1 i/j: larghezza ben suffi-
cente, perchè duae quadrigae 3 come osservò il Padre Mabillon ( b ),
adverso cursu concitaiae se se non impediant. Per dir vero due
coccbj da Posta facilmente vi si camberebbero; ma non sarebbonsi
perciò cambiate due delle antiche quadrighe con quattro cavalli di

(a\ L. 3.
( b ) Iter. Ital. p. 4r«


loading ...