Nardi, Luigi
Descrizione antiquario-architettonica con rami dell'Arco di Augusto, Ponte di Tiberio e Tempio Malatestiano di Rimino — Rimino, 1813 [Cicognara, 4053]

Page: 51
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/nardi1813/0051
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
5i-
da quattro colonne striate, che sporgono in fuori il loro- semidiametro
coi capitelli e basi intagliate, le quali posano sopra un basamento
risultato, che ha un, largo fregio ricco d'intagli, con molti stemmi
dei Malatesti, e colle lettere S. I. intrecciate a cisra, le quali sebbene
si possano spiegate per le iniziali; del nome di Sigismondo, tuttavia
vengono a ragione riputate per le iniziali di Sigismondo e della ce-
lebre Isotta degli Atti, sanciulla nobile di grande avvenenza e senno,
che amoreggiata prima da Sigismondo, celebrata da insigni uomini di
quel tempo, come, è noto ai dotti, divenne poscia sua moglie , ed in
cui onore furono da Sigismondo fatte sondere varie medaglie, che ci
restano ancora, .e,delle quali noi diamo un esempio ( ,Tav~ XI ) ( a ).
Il vano del mezzo fra le colonne della sacciata, largo un terzo
più dei vani laterali, sorma un. grand', arco, sotto del quale bella ol-
tremodo è la-porta, , ove per due gradini si scende alla Chiesa- Que--
sta porta è ornata di stipite e frontespizio di pietra detta bargiglio
intagliato. nelle membrature, col fregio di porfido ripartito da un cor-
niciamento di metallo: da ambe le parti- di, questa porta lungo gli
stipiti scendono due gran sestoni, ottimamente intagliati, i quali do-
nano singoiar leggiadria e magnificenza. Sotto ognuno, dei sestoni, a
una discreta altezza dal piano, scorgonsi due grandi conche marine
in l-^rgiglio, ora però rovinate, e che servivano per contenervi l'acqua
santa . .
Vaghissime sono postutto il vano, dell'arco le incrostature di por-
sido, di serpe7itino, e di verdecuuico „ .esagone, ovali, quadrate , e di
vane sorme e grandezze fra scorniciati riparti menti, con nobile sim-
metria distribuite in questo magnisico pezzo di Architettura di ordine
composito. Vedansi della sacciata e porta i Rami alla Tav. XII.
I due vani laterali della sacciata sormano sopra il basamento due
più piccoli archi, sul dorso de' quali vi sono specchi di porfido cir-
condati d'intaglio a festone. Quindi posa sui capitelli 1' ..<»~Msrav.e,
fregio, e cornice, che nella medesima linea ricorrendo, tutta la sab^
brica circondano.

( a ) Non comparisce Isotta nelle- medaglie così bella, carne ce la dipingono -gli
scrittori contemporanei, sia che sosser suse le medaglie quando era già attempata, sia,
ciò che reputo più verosimile, che l'arte di sonderle sosse bambina.
loading ...