Nardi, Luigi
Descrizione antiquario-architettonica con rami dell'Arco di Augusto, Ponte di Tiberio e Tempio Malatestiano di Rimino — Rimino, 1813 [Cicognara, 4053]

Page: 81
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/nardi1813/0081
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
8i
sta sua opinione, FEclikel ha questa volta trasgredito la legge da lui
stesso pubblicata, clie dopo il 727 i nummi di Ottaviano portino il
nome di Augusto. La quarta medagJia da lui riserita, quella cioè col-
l'arco del ponte Milvio, manca qualche volta per sua propria confes-
sione di questo titolo, laonde per suo stesso giudizio non può differir-
si al 7-38, e perciò 1' esimio autore senza accorgersi si è contraddetto.
Per me amo di seguire piuttosto questa sua seconda legge, che 1' espe-
rienza m'insegna esser sondata sopra esatte osservazioni, non conoscen-
do medaglia che ne sia senza , e possa con certezza riportarsi ad una
epoca posteriore, se uno o due esempj se ne tolgono dopo il ^51 , in
cui il titolo di Augusto ha ceduto il luogo ali* altro più fastoso di pa-
dre della patria . Non per questo nego io che la somiglianza dei
rovescj non sia ottimo indizio per giudicare dell' età dei nummi, e
che anzi non dia spesso plausibili ragioni per determinarsi ad una
scielta , come non di rado succede nei prencipi v e nelle città di uno
stesso nome .. Solo non approvo che questa massima abbiasi a riceve-
re in così stretto senso, per cui due medaglie di rovescio conforme si
debbano dire dell'anno stesso, quando altre circostanze non concorrano
a determinarne il criterio . Conchiudo pertanto che l'argomento del-
l' Echkel a noi infesto trovandosi bene spesso combattuto dall' esperien-
za, e il di lui ragionare confutato da un lampante passo di Dione,
credo a buon diritto di persistere nel sentimento del Mezzabarba, che
meco assegnò la quarta medaglia al 727; il che essendo, restano nel
loro pieno vigore le ragioni addotte a prò del mio opinare.
Eccovi adunque obbedito, come il meglio ho saputo. E se il mio
sentimento è abbastanza sortunato per soddisfarvi, considerate qual ma-
gnifica figura dovea fare su questo si grandioso edificio la colossale qua-
driga , di cui ci hanno serbato lo schizzo le due medaglie, delle quali
ragionammo. Intanto se io ho speso più parole di quello che sosse di me-
stieri, attribuitelo al piacere di seco voi, benché lontano, conversare,
e al desiderio di non occultarvi alcuna delle obbiezioni, che nell'esa-
me della proposta materia ho visto pararmisi innanzi ; onde se la mia
debolezza non mi farà appagar pienamente 1' erudite vostre brame, la
mia sincerità almeno rendami sempre più degno della vostra bene-
volenza .

Savijmano 28 Settembre 1813.

\
loading ...