Ripa, Cesare
Iconologia Overo Descrittione Di Diverse Imagini cauate dall'antichità, & di propria inuentione — Rom, 1603

Seite: 408
Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ripa1603/0429
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
499 I CO N Q L O G I A
libro, .& con la delira vn Scettroiìmilméntedi lauro..
Per l'ali si conosee la velocitd,& forza dell'intelletto j & per sallo ro,ol-
tre quel che habbiamo giàtletto,si notala;faticà,&: diligenza, perche nel-
le foglie suc vie grandissima amarezza, come è, grandissima fatica ridur-
re à perfettione vn'opera,che posfa, portar lode,& gloria all'Autore.
:•;... . Vocsìa. ■■
SI potrà dipingere, secondoj'vso commune, vn'Apollo ignudo, coil»
vnarcorona di alloro-nella delira mano, con la quale faccia sembian-
te di volére incoronare qualch'vno, & con la sinistra mano tenghi vna_,
Lira, & il Plettro .
?OEM>A LIBICO.
O N N A Giouane, con la Lira nella Ànidra mano, & la delira ten-
ghi il Plettro, sarà vestita d'habito di varij colori,ma gratioso,attil~
Jatco,^ strettoyper manifestare,che sotto vna sola cosa, più cofe vi Econ-
tengono, hauerà vna cartella con motto,che dica,- .
areni completior singala eantu'.
T 0 E M J. EROICO.
HV O M 0 di real maestà, vestito di habito sontuoso, & grauc ; in-
capo hauerà vna ghirlanda d'alloro,& nella delira mano vna Troia
ba, con vn motto che dica.
J^on nisi granala canto . i
P 0 E M JL PJJTO^ZE.
GIOVANE di semplice,& naturai bellezza, con vna iìringa in ma-
no, con ftiualetti à staffajacciò che moitri il piede ignudo,con que-
ste parole sopra_>.
Tastorum carmina ludo.
T O E M >4 rf'itf» T 1 Ko1 c °>
HVOMO ignudo, con faccia allegra, lasciua, ardita, & che vibri
la lingua, con vnTirso in mano, & vifia scritto il motto .
lrridens cupide sigo.
Touertà.
DOnna vestita come vna Zingara, co'l collo torto, in atto di doman-
dare elemosina, in cima del capo terrà vnVccello chiamato Coda-
«inzpla, ouero squassacoda.
Racconta il Valeriano, che volendo gli Egitti; lignisicar vn'huomò di
eftrema pouertà, dipingeuanó quest'vccello -, perche, come dice ancor-a_>
Eliano, è animale di tanto poco vigore, chfe non si può far il nido, & per
questo va facendo l'oua ne'nidi altrui.
Rapprescntasi lapouertà,informa di Zifìgara,per non si trouarcla più
mesehina generatione di questa, la quale non ha ne robba, ne nobiltà, n«
gusto, ne ìperanza di cosa alcuna, che possa dare vna particella di quella
felicità» che è fine della vita politica.
70"
t
loading ...