Serradifalco, Domenico LoFaso Pietrasanta di
Le antichità della Sicilia (Band 5): Antichità di Catana — Palermo, 1842

Page: I
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/serradifalco1842bd5/0120
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
INDICE GENERALE

DELLE COSE E DEI NOMI.

I numeri romani segnano il volume , gli arabici la pagina.

A

Abaceni popoli nel cui paese sorse Tindaride

I, 39.
Abaceno città, vi si ricovra Magone I, 40; oggi

Tripi V, 53.
Abola fiume, V, 7; oggi Canlara, presso Me-

lilli V, 89.
Acestoride corinzio, avverso ad Agatocle I, 48.

Acradina, vi si rifugge Trasibulo I, 20; una
delle cinque Siracuse I, 28. IV, 51; coro-
grafia IV, 58 a 63; la più forte delle cinque
Siracuse; opinione che fosse fondata poco dopo
Oitigia; origine del suo nome IV, 179.

Acre, fondata da' Siracusani I, 9; nel sito oggi
detto Acremonte; noverata da' Romani tra le
città tributarie IV, '159 ; are e monumenti se-
polcrali IV, 163, 164; frammenti architetto-
nici IV, 164; alto-rilievi scolpiti nella rupe,
detti Santoni IV, 165, 166; opinioni sul suo
sito IV, 199.

AcrtEo, colle presso Siracusa I, 32.

AciuLtA, castello in Sicilia I, 67.

Acrone agragantino, oratore I, 20. Ili, 21, 96.

Acuotato spartano, figlio di Cleomcne; comanda
le armi degli Agragant.ini e de' Gcloi; uccide
Sosistrato, fugge I, 49. Ili, 15. IV, SO.

Aduaniti, parteggiano per Timoleonte ; assaliti da
Iceta I, 45. IV, 25.

Adrano, piccola città IV, 25.

Agatirno figlio di Eolo, fonda e dà il suo nome
a una città I, 6.

Agatirno città, fondata da Agatirno I, 6.

Agatocle figlio di Carcino; favorito dal duce
Dama I, 48. IV, 28; avversato da Sosistra-
to, poi da Acestoride; ricovra presso i Mor-
ganlini; e fatto loro duce; espugna Leonzio;
assale Siracusa; viene agli accordi I, 48. IV,
29; ha il supremo comando della repubblica
I, 49. IV, 29; assale Messene ed è respinto;
prende Milo; fa pace coi Cartaginesi ; costringe
Messene a cacciar Dinocrate; snida i rifuggili

Siracusani da Centuripe e da Galaria; molesta
gli Affricani I, 49. IV, 30; occupa il castello
Falario ; prima vincitore poi perdente contro
gli Affricani; ricovra in Gela; poi in Siracusa;
lascia Antandro al governo di Siracusa ; por-
ta la guerra in Affrica; sbarcato l'esercito in-
cendia le navi; prende Megalopoli e Tunisi I,
50. IV, 31; vince in battaglia campale; prende
Neapoli, Adrumeto, Tapso; si corona di mirto
I, 51 ; lascia in Affrica Arcagato ; viene in Se-
linunte ; prende Eraclea , Terme, Cefaledio ,
Apollonia; gli si oppone Dinocrate; vince le
navi Cartaginesi; torna in Affrica; rifugge in
Sicilia; gli si ribellano le truppe, che gli uc-
cidono i figli e patteggiano co' Cartaginesi;
riunisce un esercito ; si reca ad Egesta ; in-
crudelisce contro gli Egestani; ne chiama Di-
ceapoli la città ; si unisce ai Cartaginesi; com-
batte Dinocrate I, 52. IV, 33, 34; libera
Corcira; la dà in dote a Lanassa sua figlia;
saccheggia Crotone, rompe i Bruzi; muore di
veleno I, 53. IV, 35.
Agilla città dei Tirreni IV, 22.
Agirà città, sì collega con Tindari I, 39. V,
49 ; ricusa di accogliere Magone I , 40 ; si
libera dalla tirannide di Apolloniade; ripo-
polata da stranieri I, 47.
Agiride tiranno di Agira V, /i9.
Aconoteta, nome di carica cospicua in Catana

V, 17.
Ackagaìnte, fondatore della città di questo no-
me III, 3.
Acracante fabbricata da' Geloi I, 9; forse l'an-
tica Camico III, 4 ; sua popolazione 111, 5;
cade sotto la tirannide di Falaride I, 1 0. Ili,
5; riacquista la libertà I, 11; se ne insigno-
risce Terone; sua floridezza I, 13. Ili, 8, 1 I;
sue chiaviche sotterranee I, 17; suo governo
aristocratico temperato di democrazia I, 21.
III, 10; parteggia per gli Ateniesi I, 26; sac-
cheggiata da' Cartaginesi I, 36; scuote il giogo
di Dionigi I, 'i0 ; ripopolata da' venuti con
loading ...