Vignola; Danti, Egnazio [Comm.]
Le Dve Regole Della Prospettiva Pratica Di M. Iacomo Barozzi Da Vignola — Rom, 1611 [Cicognara, 810B]

Page: 98
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/vignola1611/0112
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
LA SECONDA REGOLA
DELLA PROSPETTIVA PRATICA
DI M. IACOMO BARROZZI
DA VIGNOLA,
Con i commentari) del R. P. M. Egnatio Danti da Perugia,
Matematico dello Studio di Bologna^.

Delle desinì tioni d'alcune voci, che s hanno à vfare in quejìa
seconda Regola^». Cap. I.
DEFINlTlONE PRIMA.
IN E E piane son quelle, che giaciono in piano.
Questa linea è definita nella prima Regola , doue s'è detto, che Leonbatista
Alberti la chiama linea dello spazzo,& altri linea della terra, & nella presen-
te figura è la linea AODB. Veggasi la definitione 9. della prima Regola^.
DEFINITIONE SECONDA.
Linee erette son quelle, che cafcano à piombo sopra la linea piana , & vi fanno
angoli retti.
Queste sono le linee perpendicolari ne'corpi alzati,&nelle superficie piane son quelle linee, che toc
cando la linea piana, fanno con essa angoli retti, da noi porta nella prima Regola alla definitione 14.
& nella presente figura sono le linee AQjBC,KL,MN.
DEFINITIONE TERZA.
Linee diagonali son quelle, che son tirate nel quadrato da vn angolo all'altro,
& lo diuidono per il mezo.



Le diagonali diuidono
per il mezo non solamen
te il quadrato , ma ogn'
alerò parai lelogramo, &
da Euclide son chiama-
te diametri. Mà perche
l'Autore se ne serue so-
Iamente nel quadrato ,
però non sa mentione-.
de'parallelogrami, &nel
la presente sigura èla_,
linea AC. & la linea-,
O P, sard chiamata li-
nea parallela alla dia-
gonale^ .

DEFI-
loading ...