Zanetti, Antonio Maria
Delle Antiche Statue Greche E Romane, Che Nell'Antisala Della Libreria di San Marco, e in altri luoghi publici di Venezia si trovano (Band 1) — Venedig, 1740 [Cicognara, 3565-1]

Seite: XXIII-23
DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/zanetti1740bd1/0056
Lizenz: Public Domain Mark Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile

n

^


A città di Bitinio, detta anche Claudiopoli nella Bitinia, su la pa-
4\'J | tria di antinoo1 . Se ascoltiamo il P. Arduino 2 , egli fu sigliuolo
1 naturale dell' Imperadore Adriano , natogli di una concubina nella
% suddetta Provincia-: asserzione del tutto sua, e assai ardita, senza al-
1 cun fondamento ne di lapide , né di medaglie , né di antichi scrit-

mm

inutili

ititntiHuiui

tori, o profani , o sacri j anzi e quelli 3 e questi 4 gli sono apertamente contra-
ri. La nascita d'elso giovane è così oscura, che s adulazione, la quale giunse ad
innalzarlo fra gli Eroi e sra' Semidei 5 , non ebbe ardire di collocarlo fra' Princi-
pi. La sua {Ingoiare bellezza lo porto di balzo dalla basiezza, in cui era nato, ai
savor di Adriano . O folle caso , che egli si annegalse nel Nilo 6 : o di propria
elezione egli medesimo li sacrificalle 7 alla salute del suo Imperadore, mori nels
Egitto 3 e Adriano che perdutamente 1' amava, femminilmente lo pianse . Col
nome di elso denominò quivi una città 8. A lui ordinò che follerò {[abiliti
onori divini, innalzati templi, deslinati sacerdoti, celebrati giuochi e spettaco-
li 3 a suo parere giuslificandone il culto con Y esempio di Agamennone % di
Alessandro IO, e con quello ancora di Giove . Non solo 1' Egitto e s Arcadia
ma le città più celebri dell' Alla minore n eternarono il nome nelle medaglie,
nelle gemme , e ne' llmulacri 3 e gli artefici , che in quella età surono al più
alto grado eccellenti, sembrano a gara concorsl ad illuilrarne l'immagine con la
finezza de' marmi, e con la maeslria del lavoro. Tanto ancora apparifee in que-
sto bellisìlmo bullo 3 e più nella gemma qui sovrapposla , al pari di qualun-
que altra, pregevole e smgolare 3 in cui s alla che la sinii!ra {palla attraversa,
è un simbolo della sua apoteosi.


(i") Sifilino neir Epit. Dione Lib. LXIX. (z) Arduino IH. Aug. pag.763.
Aurelio Vittore, Giuliano ne' Cef., e altri. (4) Giuftino Martire, Tertulliano, Origene , Clemente Aleflandri
f6 ) Adriano predò a Sparziano. (7) SDarziano.

( 5 ) Vaillant med. Greche.
Alefs. fio) Ardano.

(11) Vaillant e Arduino.


-.-■_. ■J>=.^fc^s^^t^

2S3S&WMÌ

i il SI

III




'i!!!ii1;j|jO[l!!,JUUIJUUUIJI]^iJiJlJyijUllUI]ÌUIJillllllÌIIUOllllOllOllllDl]lillOIIBlllll!


(3) Sifilino, Sparziano, Pausan
:"-ne , Clemente
(8; Sifilino.

■silli

ililuuijuuuuuyijuui
loading ...