Alberti, Leon Battista  
Della architettura di Leon Battista Alberti libri 10, della pittura libri 3 e della statua libro 1 / The architecture of Leon Battista Alberti in ten books, of painting in three books and of statuary in one book (uebers. von Cosimo Bartoli und Giacomo Le — London, 1726 [Cicognara Nr. 378]

Seite: 24r
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1726/0076
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
», to

enot,

llU ill []■;

be»



I B R 0 Is.

feniej taglihsiquando ci fera maturo: Quelli che
non anno sonie, quando ti pare : Quelli che
l'anno maturo e verde a un tratto, taglinlì quando
ei calca, ma gli Olmi al cader delle foglie, E dicono
che egli importa grandemente, a che Luna li
raglino: perciocché e' perdano tutti, e mallìme
Varrone, che nel toccare limili cole co'l l'erro,
gl'infiulli lunari pollano tanto; che coloro ancora
che si tagliano i capelli a luna {cerna, subito r.c di-
ventino calvi. E per queifo dicevano che Tiberio
olservava i giorni da tagliarli i capelli. Gli Astro-
Iogi dicono che tu avrai tempre 1' animo malinco-
nico, sé ti taglierai le unghie o capelli essendo la
Luna oppiell'ata, o mal condizionata. Quello
faccia a proposito che e' dicono che le cole che
anno ad edere mobili per l'uso nostro dovriano
elTcr tagliate, e fabricate quando la Luna é nella
Libra, ovcro nel Granchio : E quelle che anno
a star salde, overo immobili li debbono comin-
ciare e trattare, quando la Luna è in Leone oin
Toro e sonili. Ala che i legnami si debbano
tagliare a Luna seema, tutt' i Savj, ci ne avver-
tirono, perciocché tengono per fermo, che al-
lora Ila molto risecca quella ssemmatica grolsezza
che é pronta ad empierli di pretta putrefazzione:
eragliati a quella Luna è certo che non sono mo-
lellati dal Tarlo. Di qui è che tu debba mietere
a luna piena le biade che tu vuoi vendere ; perci-
ocché allora son molto piene : Ma quelle che tu
vuoi serbare, mietile a Luna seema. Egli è chiaro
ancora, che le (rondi de gli Alberi colte a Luna
seema, non si corrompono. E Columella pensa
' che per tagliare gli Alberi, lìcn buoni quei giorni
che son da i venti a trenta di che la Luna s'in-
vecchia. A Vegezio piace che lì taglino da quin-
dici a ventidue dì. E di qui pensa che naseesse
la osservanza che quanto alla eternità, celebrano
{blamente quelti giorni ; perciocché tagliati in
quelli giorni, durano grandilhmo tempo. Aggi-
ungono che si debba olscrvare la Luna che vada
sorco. Ma Plinio pensa che sia bene tagliare gli
Alberi quando la Canicola nalce, e che la Luna
è congiunta col Sole, il qual giorno si chiama In-
terlunio ; e dire che egli é bene aspertar la notte
del medelìmo giorno, fino a tanto che la luna sia
l'otto terra. Gli Aflrologi dicono che la ragione
di quella cosa é che per vigore della Luna 1'
umore di tutte le cole li commove : Tirato ad-
unque, o lakiato 1' umore inverso la Luna alle
più bade radici, il redo de' legnami rimane più
purgato. Aggiugni a quello, che e' perdano che
siano per esier molto più fedeli, sé non si gette-
ranno così di subito in terra : Ma sé lì andranno
intaccando a torno a torno talmente che rcslan-

dedì

Book II.

24

Tliose that have their Seeds green and ripe at
the same time, Ihou'd be cut when that is fallen,
but the Elm when the Leaves drop. And they
say it is of very great Importance, what Age the
Moon is of when you fell your Timber : For
they are all of Opinion, and especially l'ano,
that the Inssuence of the Moon is su powerful
over Things of this Nature, that even they who
cut their Hair in the wane of the Moon, mail
soon grow bald : and for this reason they tell us
Tiberius observed certain Days for cutting bis
Hair. The Allrologcrs affirm, that your Spirits
will always be oppress'd with Melancholic, if
you cut your Nails or Hair while the Moon is
oppress'd or ill disposed. It is ro our present
purpole what they say, that Inch Things as are
dcligu'd in their uses to be moveable, ought to
be cut and wrought when the Moon is in Libra
or Cancer ; but Inch as are to be fix'd and im-
moveable, w ben file is in Leo, Taurus or the like.
But that Timber ought to be cut in the wane of
the Moon, all the Learned are agreed, bccaule
they hold that the licginatic Monture, so very
liable ro immediate Putrefaction, is then alinoli
quite dried up, and it is certain that when it is
cut in sitch a Moon, it is never apt to breed
Worms. Hence they say you ought to reap the
Corn which you intend to sell, at hill Moon ;
became then the Ears are full ; but that which
you intend to keep in the wane. It is also
evident, that the Leaves of Trees cropt in the
wane of the Moon do not rot. Columella thinks
it beli to fell Timber from the twentieth to the
thirtieth Day of the Moon's Age ; Vegetius, from
the fifteenth to the two and twentieth; and hence
he supposes the Religious Ceremony to arile, of
celebraring all Myileries relating ro Eternity only
on those Days, because Wood cut then laired in
a manner for ever. They add that we ihou'd
likewise observe the letting of the Moon. But
Pliny thinks it a proper time to fell Trees when
the Dog Star reigns, and when the Moon is in
conjunction with the Sun, which Day is called
an lntcrlunium, and says it is good to wait for
the Night of that Day too, till the Moon is scr.
The Allronomcrs lay the Reason of this is, be-
cause the Action of the Moon puts the Fluids
of all Bodies into Motion ; and that therefore
when those Fluids are drawn down, or left by
the Moon in the lowclt Roots, the rest of the
Timber is clearer and sounder. Moreover they
think that the Tree will be much more service-
able, if it is not cut quite down immediately,
but- chopt round*about, and so left standing upon

the
loading ...