Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 264
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.39
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.47
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.48
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0300
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0300
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
264

MISCELLÀNEA

E. Muntz. - Recherches sur Andrea Salaino élève de
Léonard de Vinci. - (Courrier de l'Art, 1889, n. 25).

L'autore in questo artieoletto ripete alcune delle noti-
zio intorno all'allievo favorito di Leonardo, e ci comunica
il contenuto di un documento che si trova nella colle-
ziono intitolata Monumenta Hungariae historica, nel
quale è nominato un « Andrea Salai Ungerò balistrero »
che noi 1481 si trovava a Brindisi al servizio della casa
di Napoli. L'autore ritiene verosimile che questo An-

drea Salai sia il padre dell'allievo di Leonardo, quan-
tunque non sia frequento il trovare a quel tempo il
nome del padre dato ai figli, i quali piuttosto portano
quello del nonno.

Se l'ipotesi del Muntz fosse vera, si avrebbe almeno
una nuova notizia che viene ad aggiungersi a quelle
scarsissime che abbiamo intorno ad Andrea Salai no.

C.

MISCELLANEA

L'iconografia di Beatrice d'Este. — Lo stu- i in una scultura, a stabilire l'epoca probabile nella quale
dio recentemente pubblicato dal dott. Rode intorno ad | l'opera d'arte fu eseguita, e quindi, considerando tale
un ritratto di Bianca Maria Sforza dipinto da Ambro- | epoca ed il luogo di provenienza, fare un'ipotesi che
gio de Predis 1, o l'opinione abbia almeno qualche fonda-
da lui espressa che il ritratto mento, intorno al suo autore,
di mano di Leonardo esi- ì ■H^HHBI9HHHHHRMnBHm^n^H~ " uumer0 dei ritratti di
stente nell'Ambrosiana di H " ' Beatrice è relativamente
Milano, nel quale il Morelli Jt^S'^N'.'H^ "MA1 A molto limitato, e ce ne pos-
vide erroneamente raffigu- j ' ma siamo dare la ragione ri-
rata la seconda moglie del- ! ' , j * " ~-;^B' » cordando come questa prin-
l'imperatore Massimiliano, .H Wm\ ; cipessa, nata nel 1475 (non
rappresenti invece la prin- ii-^r...-.» • 7 7.'-.'..•;.■[• ' 1 nel 1473 come scrivo l'Ar-
cipessa Beatrice d'Este, mo- | -, 7 , ,jB " mand) morisse già nel 1497.
glie di Ludovico il Moro, ' * ■ E'**l«iì^^Kt I 1 H primo ritratto, oggi pur
m'invogliarono a fare qual- , Hk \ j troppo perduto, è, quello
che indagine intorno all'ico- i^355ì '•' . jM j dipinto da Cosma Tura,
nografia di questa gentil- Ifc^^^M^w*** ■■ fi detto Cosmo, 0 che cono-
donna ed a pubblicarne, },;lt4^ HH sciamo da un documento
sebbene forse non del tutto !ff» , 1HH pubblicato dal Venturi fu
completa, i risultati. Senza fflPi H^ Jtk , eseguito nel 1485, quando
voler esagerare l'importanza ,7 off JM > B* SH adunque Beatrice era in età
di tali ricerche iconogra- W'^^F jBÈ HpHB di dieci anni, ed era desti-
fiche, credo tuttavia che, ' 7'Hf jdm SSp^*JBr imto ad essere mandato a
fino ad un corto punto ed I Wm JKf *s HK\HV Ludovico Sforza, al quale
in alcuni casi, dovrebbero BH|jBB J—W' " t ^a giovanissima principessa
essere tenute in maggiore l^r «r' « Mi Ri estense èra già fin d'allora

considerazione e più prati- i ~ r- ._______1 J fidanzata.

cate di quanto lo sieno statef^ Primo per ordine di
finora; poiché talvolta,dove BUSTO DI GIAN CRISTOFORO ROMANO tempo fra i ritrktti conser-
manca la scorta dei docu- (Museo del Louvre) vati è il bellissimo busto
menti o di iscrizioni, 0 di eseguito da Gian Cristoforo
motivi stilistici che risultino Romano circa nel 1490, ad
con bastante chiarezza, si può giungere col raffronto | ogni modo certamente prima del 1491, conservato pre-
iconografico della persona raffigurata in una pittura o | sontemente noi museo del Louvre. Esso fu già illustrato

1 Vedine la recensione in questo stesso fascicolo, pag. 282. | 1 A. Venturi, Cosma Tura genannt Cosmi (« Jahrbuch der
loading ...