Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 333
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.35
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.39
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0383
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0383
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
I VAN LOO IN PIEMONTE

Luigi Àbramo Yan Loo.

Yan Loo traggono la loro origine da un paesello del-
l'Olanda chiamato l'Ecluse. Il più antico di essi ricor-
dato come artista è Giovanni, figlio di Carlo, nato
nel 1585. Suo figlio Giacomo, chiaro pittore di ritratti
e di storie, abbandonò il povero villaggio nativo, di-
morò lungamente in Amsterdam e vi si ammogliò; ma
i torbidi religiosi avendo creato a lui, zelante cattolico,
una posizione difficile in un paese (piasi completamente
protestante, andossene a Parigi, dove fu ricevuto all'Ac-
cademia di pittura il 3 gennaio 1663 (non nel 1669),
e morì il 26 novembre 1670, (Tanni 56, lasciando due
figli: Luigi Àbramo e Giovanni.
Le notizie sulla vita di Luigi Abramo sono estremamente scarse, ed in parte anche
incerte. Si ritiene con fondamento ch'egli abbia avuto per patria Amsterdam. Il solo Mi-
chiels, Histoire de la peinture flamande, X, 36, partendo da una premessa affatto erronea
circa l'anno della sua nascita, congettura che abbia veduto la luce all'Ecluse. Andò prima
del padre a Parigi per studiare l'arte presso quell'Accademia (Argenville, Vie des p/us fa-
meux peintres, la ed., Ili, 268), ed il 26 marzo 1671 vi ebbe l'ottavo premio (e non già
il primo, come pretende Dandré-Bardon, Vie de Jean-Baptiste Van Loo, 8), mentre Giovanni,
suo fratello minore, non ebbe che Vundecimo ed ultimo premio {Archi'ves de Vari frangais,
Documents, Y, 276).

Dandré-Bardon (ib.) dice che Luigi Abramo ottenne dal re di Francia, prima del 1659,
lettere di naturalizzazione, notizia che reputo falsa, giacche nell'anno indicato egli era an-
cora un fanciullo. Soggiunge: «... il passa dans les états du due de Savoye. De Nice, il
vint à Toulon. Passant ensuite à Aix, il s'y maria avec demoiselle le Fosse, recomman-
dable par ses vertus et par l'origine de ses pòres». È verissimo che Yan Loo dimorò in
quelle tre città, ma, per quanto appare, non nell'ordine indicato da Dandré.

Il matrimonio di Luigi Abramo con Maria, figlia dello scultore Giacomo Fosse, ebbe
luogo in Aix il giorno 25 gennaio 1683, come si ricava dai registri dello stato civile nel-
l'archivio di quella città. Ln anno dopo, l'il gennaio 1684, nasceva agli sposi, rimasti an-
cora in Aix, il loro primogenito, Giovanni Battista.

Il motivo dell'andata del nostro artista a Tolone è manifestato da alcuni documenti
che Leone Lagrange pubblicò nel tomo YI degli Archives de Vari frangais, Documents,

Archivio storico dell' Arte - Anno VI, Fase. V.

4
loading ...