Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 322
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.37
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.38
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0365
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0365
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
322 FRANCESCO MALAGUZZI VALERI

1429. 25 maggio. Giacomo Grassi lascia lire 200 al convento per fabbricare uri
altare sotto l'arca di San Simone, pei paramenti e per far dipingere una tavola per detto
altare ; ecc.

I lasciti non vennero meno anche dopo che la chiesa era già costrutta ed arredata,
sebbene però divenissero assai meno numerosi.

Vedemmo che fino dal 1311 s'era incominciato a costruire il coro, che fu tolto però nel
secolo successivo. Nel 1336 fu eretto il campanile che rimane tuttora, adorno all'esterno
di terre cotte: è di forte struttura a doppi archi chiusi, e fu alzato poi di più nel 1471, con

Tav. III. - ORNATO IN TERRA COTTA
dell'Abside di San Giacomo (sec. xiv)

pilastri scannellati incastrati nel muro. 1 Nel 1361 e di nuovo nel 1369 i frati avevano
fatto acquisto di terreni presso la chiesa e poco dopo fecero costrurre su quell'area il
chiostro grande, detto dei morti perchè racchiudeva molte tombe all' intorno, che furon poi
levate nel 1511. 2 Dell'antico chiostro del secolo xiv, trasformato successivamente e rico-
strutto modernamente, non rimane traccia. L'attuale, sorto sul luogo dell'antico, fu, fin
dall'epoca della prima soppressione degli ordini religiosi, tolto agli eremitani di San Gia-
como e fa parte presentemente del locale del Liceo Musicale Rossini. Questo istituto sorge
nel luogo dell'antico monastero, del quale non rimangono avanzi.

Quel chiostro è ne' documenti del convento chiamato grande per distinguerlo dall'altro
più ristretto, che doveva stendersi dietro l'abside nell'area ora occupata in parte dalle scuole
comunali femminili. A questo chiostrino, formato di una loggia a colonnette binate (sosti-
tuito poi dall'altro di cui rimane un lato del portico), appartiene un capitello binato sul muro,

1 Ghirardacci, Historia di Bologna, voi. III.

2 Biblioteca della R. Università di Bologna, ms.
n. -3877 intitolato " Obblighi della Sagrestia e Convento

de' RR. FP. di S. Giacomo di Bologna, compilati dal
P. Marco Lanzonì lettore pubblico nel 1605 „ c. 1 v,°
loading ...