Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 1.1875

Seite: 19
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1875/0023
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
SCAVI DI AVIGLIANA

A mezza via tra Susa e Torino, presso al colle ove si
, innalza Avigliana, giaceva l'antico Ocelum, ricordato da
Ptolomeo ["£lxe\ov), da Strabone (iv, i° 3; v, i° 11) e da
Giulio Cesare, e da taluni malamente spostato sino ad
Oulx: in tre vasi d'argento, scoperti a Vicarello (Orelli-
Henzen n. 5210), portanti l'itinerario da Gades a Roma,
trovasi indicato nella seguente maniera:
Segusionem Segusio Segusione
Ocelum xxvn Ocelo xx Ocelo xx
Taurinis xx Taurinis xx Taurinis xx
Là erano i confini della regione Taurinense e dei pos-
sessi dell'antico regno di Cozzio, che nella grande iscrizione
storica dell'arco di Susa è detto Marcus Julius regìs Donni
Jìlius Collins, praefectus ceivitatium Seguviorutn, Segusi-
norum ecc.; i quali confini vengono segnati negli antichi
ìtinerarii, posteriori a quelli dei vasi di Vicarello, col nome
di Fines, ad Fines e Finibus, e nelle lapidi Finium.
Cesare De bello gallico (i, 10) lasciò scritto: Compluribus
loading ...