Ficoroni, Francesco de'
I Tali Ed Altri Strumenti Lusorj Degli Antichi Romani — Roma, 1734 [Cicognara, 1651]

Page: 95
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1734/0117
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
DHGLI ANTICHI ROMANI. 9j

ciascuno. Trovasi prefìso Seneca Tabula ìatruncu-
laria. Questa daMacrobio al lib. i. cap. Saturn,.
viene detta Abacus., Vuhifnè diem fequsntem , quem
pìerique omnes Abaco 5 (j’ latrunculis contenmt, nos
ijìis Jobriis sabulis à primo lucis in coence tempus
exigamus ? Questa voce fì prende da' Latini per un
piano, dove. molti posTano sedere . Sidonio Apol-
linare dice , ibi Stibadium^ (j srequens Abacus„
Quindi il Tesoro della lingua latina accenna, che
da questa voce corrotta dal Volgo ne fìa poi deri-
vata quella di Banco.. Significa ancor la Credenza
per riporvi sopra i vafì da mensa .. Cic., verb. 6.
Ab hoc ijìt? abaci vafa omnia , ut expofìta suerant,
abjluìit. In somma si prende per tavola, sopra di'
cui i Mattematici disegnar sogliono le loro figure .
Eradunque di superficie piana, e servendo ai giuoeo
veniva questa divisa in piccoli quadrati fìmili a.^
quelli delle nostre scacchiere aproporzione de3 Cal-
coli, co* quali si giuocava a’ LatruncoliTabuìa,
dice il Salmafìo, in qua Lairunculis ludebatur apud
Veteres, tota lineis erat dijìinBa, (y unicuique caì-
cuìo J'uus locus, ac fedes erat attributa :. e perche_s
questo giuoco era fìmilistìmo, se non anche lo stesto,
almeno in origine con quello de’ Greci, di cui par-
lammo sul principio, riportandone la verfìone la-
tina , ludus multorum cakulorutn Laterculus dicitur,
regiones habens inter ìineas )acentesy cioè le celle_>
chiamate ancora Septum^ Mandra y Vallum $ fiimo,
che ancor Latercoìo, che tanto significa la voce
TJinthion usata da’ Greci, fì chiamalse, il Tavoliere

,ds
loading ...