Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 9.1899

Page: 491
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1899/0254
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
491

PANTELLERIA

492

visitarono l'isola come anche gli indigeni; esso va
considerato quale un monumento di primo ordine e non
soltanto per Pantelleria. Ne offro per ciò due vedute di-
verse, una piccola qui nel testo ((ìg. 88), una più in grande
a tav. XV11I, 1. Ben visibile, nè molto discosto dagli
spalti del villaggio di Mursia, esso deve aver racchiuso
gli avanzi mortali delle famiglie dei principi o capi
tribù dei Cossyresi primitivi, essendo non solo il Sese di
gran lunga più grande, ma quello dove i costruttori
posero maggiore studio all' opera. Ripetutamente de-

alta, che dalla parte opposta ò munita di due fascie
di lieve aggetto; nò è uniforme la costruzione di co-
deste fascie e banchine, atteso 1' andamento ondulato
del terreno. Sui due cerchioni di base è impostata
la poderosa cupola depressa. In pianta il Sese rap-
presenta non un circolo, come comunemente si è cre-
duto, ma una elisse, il cui asse minore ò al più di
m. 18, quello maggiore si aggira intorno ai m. 20,G(J ;
non propongo misure esatte fino a cm., sia per la irre-
golarità della costruzione e del suo andamento peri-

Fic 38.

scritto e misurato dal Dalla Rosa, da Cavallari e dal
Vayssié, io ne darò alcuni cenni ad illustrazione della
fotografia e degli schizzi che pubblico, ed a rettificare
alcuni errori in cui sono incorsi i ciotti citati (').
Essendo costruito sopra un piano non orizzontale, esso
presenta sui lati est ed ovest due strutture diverse ; infatti
lo mostra la sezione sull' asse minore, che io qui ne
propongo (tìg, 40); a levante una doppia banchina molto

(>) Il Cavallari (op. cit., tav. VI, fig. 5) ha dato al Sese figura
circolare esatta, con diam. di m. 22, ciò che non è conforme
al vero; egli ha riconosciuto 17 gallerie distribuite in 3 piani,
mentre io non ho potuto, per quanto abbia cercato, segnarne
altro che 11, di cui una gemina; c cosi il Vayssié. Ma nè
Vayssié, nè Cavallari hanno segnata la galleria gemina, prova
che essi non le percorsero tutte, come io ho fatto, misurandole.
Il Vayssié dà un diam. di m. 19,80.

ferico, come per la mancanza di stromenti di preci-
sione nel rilievo di essa (fig. 39).

La costruzione ne è megalitica ; ma sebbene i con-
torni e le commessure delle pietre sieno anche qui
difettosi per mancanza di strumenti da taglio, si vede
meglio che altrove lo sforzo di dare più esatto com-
baciamento ai massi, ed a riempire con diligenza
gli interstizi. Stando sul colmo del Sese si ricono-
scono agevolmente gli involucri interni in opera medio-
litica, i quali nella cupola superiore non sono, dopo
il paramento esterno, più di due. La parte più de-
teriorata del monumento è quella di sud e sud-est.
in causa di piccole costruzioni moderne ad esso ad-
dossate, e per lo squarciamento della cupola quivi
avvenuto, per farne una cava di pietre ; in questa la-
cerazione, commisti al materiale di riempimento vog-
loading ...