Universitätsbibliothek HeidelbergUniversitätsbibliothek Heidelberg
Metadaten

Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 14.1904 (1905)

DOI article:
Paribeni, Roberto: Ricerche nel sepolcreto di Haghia Triada presso Phaestos
DOI Page / Citation link: 
https://doi.org/10.11588/diglit.9311#0347
Overview
loading ...
Facsimile
0.5
1 cm
facsimile
Scroll
OCR fulltext
RICERCHE

NEL SEPOLCRETO DI ITAGHIA TRI AD A PRESSO PITAESTOS

Vixere fortes ante Agame/mona multi.

A levante dell' altura, dove gli scavi della Mis-
sione archeologica italiana negli anni 1902-1903 hanno
restituito alla luce un palazzo miceneo, la catena
festia (') si rialza con un colle che supererà di una
sottantina di metri la cima dell' altura suddetta, e
clie porta il nome di KoQvcpìj tov ^Aytov rewQyiov.

11 iìanco settentrionale di questo colle, lungo il
quale è tracciata una via da Vori a Kamilari, non
scende con un declivio continuo, ma con una serie di
gibbosità, che in un terreno archeologicamente così
ricco invogliano alla ricerca. In qualche passeggiata
su questo fianco del colle 1' eforo delle antichità cre-
tesi dott. Giuseppe Hatzidakis ed io avevamo rac-
colto alcuni frammenti di ceramica grezza e un fram-
mento forse appartenente a una tavoletta di consa-
crazione, sicché il prof. Halbherr dispose, si faces-
sero delle fosse di saggio nei dintorni. Mentre quasi
tutti i saggi diedero risultati negativi, due fosse
aperte in questo pendio nord incontrarono a pochis-
sima profondità due tombe, la cui suppellettile fu
raccolta in mia presenza. Scavi successivi praticati su
più larga scala dopo la mietitura, quando il terreno

era sgombro, ne misero in luce altri tre gruppi. La
pianta annessa, che devo come quasi tutti gli altri
disegni che illustrano questa relazione, all' opera abile
ed intelligente del sig. Enrico Stefani (') mostra la
posizione di queste tombe reciprocamente tra loro e
rispetto al palazzo (tav. XLI. Le tombe sono segnate
coi numeri 1-5; il palazzo è a levante, e non lungi
da esso la chiesa veneto-cretese di S. Giorgio).

È noto, come le tombe di questa età si rinven-
gano a gruppi, in modo corrispondente all' uso di abi-
tare xarà xdìfxag.

Delle ffvaidiìig di tombe riferentisi alla Phaestos
micenea, questa sinora è quella che sorge più vicina
all' abitato, e propriamente ad un palazzo principesco.

Tomba a tholos.

Ai piedi quasi del colle, a circa un centinaio di
metri a levante delle ultime costruzioni più orientali
del palazzo, presso la via Vori-Kamilari si rinvenne a
metà distrutta una tomba a tholos (tav. XLI, n. 1 ;
lìgg- 1, 2, 7).

(') Non torno a ripetere quanto sulla descrizione topogra-
fica della regione di Haghia Triada è stato detto dall'Halbherr
in Mon. dei Lincei, XIII, p. 5 seg.

(') Le fotografie, dalle quali son tratti alcuni zinchi, furono
fatte per me dal prof. Halbherr, al quale devo per esse e per
infinite altre ragioni la più viva gratitudine.
 
Annotationen