Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 18.1907

Page: 379
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1907/0203
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
379

NUOVI STUDII E SCOPERTE IN GORTYNA

380

sidera, che l'oggetto fu forse trovato presso Lappa,
donde vengono in gran parte le antichità del museo
di Rettimo, e che Lappa fu da Metello lungamente
assediata (').

36. Forma di terracotta per la fabbricazione di un
gruppo riproducente a una certa distanza quello famoso
di Amore e Psyche.

Sul dorso della forma è inciso il nome:

XAPITONOY

37. Lucernetta di terracotta di brutta fattura, sul
disco sono rappresentati due galli. Sul piattello infe-
riore è inciso:

T A M O Y

Hierapytna.

38. Orlo di grande vaso in terracotta scura rin-
venuto nei dintorni della città ed ora conservato dal-
l'eparco di Gerapetra Mavwlrfi ^Ayytlàxr^. Reca im-
presso un bollo rettangolare che misura m. 0,07 X 0,25
con lettere alte min. 7. Copia del dott. Pernier.

eiPHNAI

€ YTYXH*

39. Frammenti di lastra in marmo bianco, larga
m. 0,13, alta 0,30. Lettere regolari alte mm. 2. Tro-
vato a Episkopì presso Gerapetra nel porre le fonda-
menta della chiesa della Havayia. Copia del dott.
Pernier.

Oleros.

40. Piccola basetta marmorea con foro nella parte
superiore per inserirvi ima statuetta. Alt. m. 0,05-
largii. 0,155, lettere alte 0,01. Proveniente dalla lo-
calità detta KovQì'j ed ora conservata nella bottega di
MaywXrjg KovTorróórjg nel villaggio di Meseleri. Copia
e fotografia del dott. Pernier.

.•'^^VXAPlAHMOCTTof

\k!i4ocxAptctHPio/

'A&rjV<jt XaQióijioq Tlok\y
,u]]i tdo[s] (?) yccQiGTì'^iov

È questa la seconda iscrizione ritrovata a Meseleri;
l'altra (') ricorda la dedica d'un tempio e di statue
di legno (ijóava) ad Atena Oleria. La nuova epigrafe
si riferisce probabilmente allo stesso luogo di culto,
ed è forse alquanto posteriore alla prima, come può
dedursi dalla forma delle lettere (-).

KccXoxwqió (eparchia di Mirabello)

41. Lastra marmorea alta m. 0,15, larga 0,17;
lettere alte poco più di due centimetri. Proviene forse
dalla non lontana Mivóa (3). Copia e fotografia del
dott. Pernier.

rr/Qov?
stata)
ìd [co a]và(ti

[>'']

(>) Cass. Dio XXXVI-1.

(1) Halbherr in Museo lt., Ili, p. 040; Collitz, Dialek-
tinschr. 5102.

(2) Nella Sammlung del Collitz il Blass pone l'iscrizione
dell'Halbherr al sec. I a. Chi.; in essa però si ha il 2, mentre
nella nostra c'è già il C-

(3) Hoeck, Kreta, ì, p. 421.
loading ...