Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 29.1923

Page: 145
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1923/0079
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
145

albintimilium

146

curatamente intonacate. Tale intonaco però, presso piccoli vasi a forma circolare o di tazza, in vetro lavo-
all'angolo sud-ovest, si riscontrò mancante, e tale rato (un pezzo di tali vasetti porta impressioni in rilievo
mancanza deve attribuirsi ad un'evidente manomis- aforma di pesci ed altri piccoli motivi decorativi), non-
sione della tomba, avvenuta in tempi andati: mano- che resti di ossa carbonizzate, e residui di vasetti di
missione che fu provata altresì dal modo di presen- vetro portanti evidenti le tracce di fusione per effetto
tarsi della muratura presso a quell'angolo e nella parte del rogo. Null'altro venne rinvenuto nella tomba. »(*)

-- 2£i> r~---" —--_ f.Bogìi^mq-^

Fig. f). — Interno della tomba.

supcriore della tomba stessa, ove anche l'intonaco es- Vicino alla parte più a levante dello scavo del

terno si trovò mancante in gran parte. tombino, ed a monte della tomba, si rinvennero cinque

« Sul fondo della cavità descritta si rinvenne un'am- pezzi di marmo, che, messi insieme, costituiscono una

polla di vetro a forma tronco-conica, sormontata di lapide colla seguente dicitura incisa :

lungo collo, posta immediatamente in corrispondenza D » M

e dietro al tubo in cotto di cui dianzi. Nella parte in- NICOMEDE

. . . x . „ , v . , APRO N IATEo

tenore, tale ampolla era pressoché interamente af- DOTECON

fondata in uno strato di sette centimetri circa di spes- TVBERN ALI

sore, di terriccio argilloso, evidentemente depositato RARISSIMO

sul fondo della cavità della tomba dalle acque inni- Le lettere dell'iscrizione sono belle. Non si può

tratesi in essa attraverso l'apertura del tubo. dire se essa abbia in origine appartenuto o no alla

« Procedendo accuratamente all'esplorazione di predetta tomba.

detto terriccio, si rinvennero in esso frammenti di Pietro Barocelli.

Monumenti Antioot — Vol. XXIX.

IO
loading ...