Real Museo Borbonico — 6.1830

Seite: 1
Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/museoborbonico1830/0298
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
RELAZIONE

DEGLI

SCAVI DI POMPEI

Da Maggio 1829 fino ad Ottobre i83o.

]N"on vi lia Città per grande e popolosa che sia nel mondo mo-
derno che possa darci un' idea degli aspetti vaghi e pittoreschi che
avevano dai loro ingressi tutte le case di Pompei. La loro dispo-
sizione architettonica era tale che 1' occhio poteva a prima veduta
percorrere senza ostacolo tutta la loro estensione. Dall' atrio al pe-
ristilio veder le più belle camere di vivacissimi colori dipinte , di
decorazioni svariate ; per ogni dove colonne , lumi negli atrii e
nei tablini racchiusi e vibrati, aperti e larghi nei peristilii fra loro
in pittoresco modo contrapposti, tanti oggetti in una vista raccolti
dovean produrre all' occhio uno stupendo incantesimo. E tutte que-
ste cose varie, belle e vaghe alla vista tanto nelle più piccole quanto
nelle più grandi case. Perocché era modo di edificare da lutti segui-
tato di far mostra cioè di tutto ciò che poteva offrir di grande e di
bello una casa dall'ingresso di essa. Dondechò se di giardini o zam-
pilli di acque poteva rallegrarsi un' abitazione , se in atrii o conili

1
loading ...