Palladio, Andrea
I Qvattro Libri Dell'Architettvra: Ne' quali, dopo vn breue trattato de' cinque ordini, [e] di quelli auertimenti, che sono piu necessarij nel fabricare ; Si Tratta Delle Case Private, delle Vie, dei Ponti, delle Piazze, dei Xisti, et de' Tempij — Venedig, 1581

Page: B_078
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/palladio1581/0146
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
■?8 LIBRO
F ECI àrequisitionedel ClarisT. CaualierilSig.Leonardo Moccnicola inuentione,che sCgne
pervn suosito sopra la Brenta. Quattro loggie: le quali come braccia tendono alla circonferenza,
paiono raccoglier quelli,che alla casa si approssimano, àcatoàqueste loggieui sono le Halle dalla
parte dinanti.che guarda sopra il fiume;& dalla parte di dietro le cucine,& 1 luoghi per il Fattore, 8c
perii Gastaldo-La loggia che è nel mezo della facciata,è di spesie colonne, lequali perche sono alte
xl.piedi; hanno di dietro alcuni pilastri larghi due piedi,e grossi vn piede,& vn quarto, che sostéta-
no il piano della seconda loggia,e pifra dentro si troua il cortile circondato da loggic di ordine Ioni
co : I porrici sono larghi quanto è la lunghezza delle colonne,meno un diametro di colonna : Della
istesia larghezza sono ancho le loggie, e le stanze, che guardano sopra i giardini : acciò che'l muro
che diuide un membro dall'altro sia posto in mezo per lostentare il colmo del coperto.Lc prime stan
ze sarebbono molto commode al mangiare,quando ui interuenisTe gran quantità di persone: e sono
di proportione doppia. Quelle de gli angoli sono quadre,& hanno i uolti à schisfb, alti alla impofla,
quanto è larga la stanza ; & hanno di freccia il terzo della larghezza. La Sala è lunga due quadri, e
mezojle colonne vi lono polle per proportionare la lunghezza, e la larghezza,all'altezza, e sarebbe
no quelle colonne solo nella Sala terrena, perche quella di sopra sarebbe tutta libera. Le colonne
delle loggie di sopra del cortile,sono la quinta parte più picciole di quelle di sotto, e sono di ordine
Coririthio. Le stanze di sopra sono tanto alte, quanto larghe. Le Scale sono in capo del cortile, &
aseendono una al contrario dell'altra.


E CON quella inuentione sia alaude di DIO posto fine à quelli due libri,ne' quali con quel*
Iabreuità cheli è potuto maggiorami sono ingegnato di porre insieme, & insegnare racilmeniecon
parole,e con figure,tutte quelle cose,che mi sono parse più necessàrie, & più importanti per fabricar
bene,& specialmente per edificare le casepriuate.che in se contengano bellezza,& siano di nome,*
di commodità à gli edificatori.
IL FINE DEL SECONDO LIBRO.
loading ...