Universitätsbibliothek HeidelbergUniversitätsbibliothek Heidelberg
Metadaten

Palladio, Andrea
L' Antichità Di Roma / Antiquitates Urbis Romæ — Oxford, 1709

DOI Page / Citation link: 
https://doi.org/10.11588/diglit.1650#0018
Overview
loading ...
Facsimile
0.5
1 cm
facsimile
Scroll
OCR fulltext
6 L'Antichità di l{oma.
moglie di Collatino. Et regnarno detti sette Re anni 24J,
l'imperio delti quali non si distendeva se non miglia quin.
dici.
Cacciati poi li Re, ordinarono il vivere politico & civile,
la qual forma di governo durò anni 4.04. nel qual tempo con
quaranta tre battaglie acquistorno quali il principato del mon-
ciò. & vi furono 887. Consoli, due anni governarono li dieci
huomini. & 43. li Tribuni de soldati con potesta Consolare.
& flette senza magistrati anni 4. Et dopo Giulio Celare lòtto
titolo di Dittatore perpetuo occupò l'imperio & la liberta a
un tratto.
CAP. IL
2)eì circuito di Roma.
RO M A al tempo di Romolo conteneva il monte Capi-
tolino & Palatino, con le valle, che li sono nel mezzo,
& haveva tre porte. La prima si chiamava Tricoma, per il
triangulo che faceva appresso la radice del monte Palatina
la seconda Pandana, perche di continuo flava aperta ; & fu
chiamata ancor Libera, per il commodo dell'entrata. La terza
Carmentale, da Carmenta madre di Evandro, che vi habito;
& fu chiamata Scelerata, per la morte di 300. Fabii, che
useirno di quella, li quali con li clicntuli presio al fiume At-
rosie forno tagliati a pezzi. Ma per rouina di Alba, & pace
de' Sabini con Romani, cominciarono a cresecre il circuito,
si anco il numero de' Cittadini & popoli, che del continuo vi
venivano, la cinlèro di mura alla grolla, & Tarquinio Superbi
fa il primo, che la principiò a fabricare con marmi grassi,

1 Dlm. & Lèv. 144.Eu1rop.143.
1 Sub consulibus irupùt Kus»>, anni
467. Panviràtu in sastos numer. 460.
seti ille ad Pansx & Hirtii intentimi,
hic ad Jul. Carfari: dielaturam Con-
satami recenset. 3 Quo authore
hoc dicitar, neseio. bella apud Fio-
rum, cum extcris gentibus, ad fi-
umi belli Parthici, nomerò sont 39.
4 Pcrperam etiam apud Rusum nume-
rantur 867. vid. paioli Cotmi. Htjbrm.
ubi ad Caesarìs Diftaturam Consules

in«nici 804. y Et menlés aliquot
vid. Liv. I.3.c.33. 6 Ut patet ex ti-
goni & Panvinii comm. in sastos. non
continua qnidem serie, sed conso-
latibus alicjuot interpoliti!, vid. Lfa.
lib. 4. c. 31. X&siu huic potestati an-
nos tantum 43. allignai, sed mino
rette. 7 Sine magistratibui sc. co-
rni ibus live raajoribui. nam craot
tribuni plebij & minore! magiiln-
tus. Hufiis & Burof. huic aoarchB
quadriennium tantum tribnunt, fcj
lavoran
 
Annotationen