Zanetti, Antonio Maria
Delle Antiche Statue Greche E Romane, Che Nell'Antisala Della Libreria di San Marco, e in altri luoghi publici di Venezia si trovano (Band 1) — Venedig, 1740 [Cicognara, 3565-1]

Page: Prefazione_02
Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/zanetti1740bd1/0010
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
ffljMlìs

niinnininnnnnnnonrniniiniiiisininiiinii.inniiniiaii

Sp

in

m h

r-'olll

=1 i'sk



Ié^iws



i=^S8L^ ►

'A&

condìsccndere alle richiede di chi non è tanto internato nello sludio dell'
antico, e cerca tuttavia d'informarli senza gran pena di ciò che vede, e
di trattenervisì sopra alcun poco . In capo alle spolizioni si sono poste le
medaglie, come quelle che, annoverandoli fra i più sicuri monumenti dell*
antichità , polìòno far tellimonio di quanto si dice circa le somiglianze di
molte siatile, ovvero illuslrare altre cose ad esse appartenenti . Quelle me-
daglie si son veramente disegnate maggiori degli originali, ciascuna a pro-
porzione 5 e si credette, trattandosi per lo più di fisonomie , di facilitarne
cosi con maggior chiarezza i confronti.
Ora conviene accennare alcuna cosa circa il materiale . In quello primo
Tomo , nel quale per la maggior parte si è polla 1' immagine degl' Impe-
radori e delle loro donne, s'incontrano quali sempre bulli. Quelli per lo
più non hanno che la tella antica, e rade volte il naso. Ciò non accen-
nai! ad ognuno per non replicare più fiate la slelsa cosa 3 ma intenderai!!
che sieno e del petto e del naso modernamente accomodati tutti quelli,
che non si dichiarano essere d'un solo pezzo antico. Nella slelsa guisa si
parla delle parti rimesse agli altri marmi, ogni volta che oppongali!! al
ragionevole dell' erudizione , ovvero sieno parti in alcun modo considerabili.
Le misure delle slatue intiere e de'bassirilievi li sono polle ne piede Hal-
li , sulla norma del piede Viniziano ,, di cui n' è quella la duodecima par-
te, cioè l'oncia

De i bulli non si dà la misura, poiché tutti sono al solito della gran-
dezza del naturale o poco più.
Per fine non dee tralasciarsi di far menzione di due benemeriti ed illu-
slri cittadini, che dei più scelti marmi, che qui si veggiono, fecero al pub-
blico gratuito dono . Sono quelli Domenico Cardinale e Giovanni Patriar-
ca d'Aquileja della nobilissima cala Grimani, l'uno figliuolo ? l'altro nipote
-d'Antonio Doge, col lascito de quali 1! riempiè quasi tutta l'Antisala del-
la Pubblica Libreria di S. Marco. Dei preziosi monumenti polseduti da que-
lla magnifica famiglia , oltre a i sovraccennati , ne sono degni tellimonj
gl'insigni avanzi, che tuttavia son rimaili nel loro Palazzo, i quali un
giorno daranno a noi forsè materia di seguitar quell' impresa con aggiun-
gervi le slatue delle case private 3 sé pure quella prima venga , come spe-
riamo,. dal pubblico favore accettata.


lltllllllllìllLllllJìlllllliilllllll
loading ...