Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 9.1899

Page: 293
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1899/0155
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
29;{

RICERCHE ARCHEOLOGICHE CRETESI

294

durante tutta 1' epoca micenea ; ed anzi nei suoi più
belli esemplari di vasi lavorati al tornio, dalla su-
perficie o liscia o sparsa di bitorzoletti rotondi, o
marmorizzata * alla barbottina », coperta da vernice
nera, o rosso bruna semilucente, su cui si sovrappone
la decorazione ad elementi naturalistici o lineari a

st'altro di Camàres, appartenente ai Phaestii e che
serba infatti traccio di un culto molto antico, come
appunto risalgono ad un' epoca molto antica le traccie
della necropoli rinvenuta presso 1' acropoli di Phaestos,
ad Hagios Honuphrios, e quelle esaminate sull' acro-
poli stessa, in una breve ricerca fatta dal prof. Hal-

colori vivaci, si addimostra come uno speciale « dia-
letto » della ceramica micenea, che, presentandosi si-
nora in una determinata e ristretta area, sembrerebbe
caratterizzare uno speciale distretto dell' isola di Creta ;
sarebbe quello corrispondente ai Phaestia regna, che
Ovidio, sulla testimonianza di qualche fonte a noi
ignota, ma perfettamente attendibile, dice : (Metam.
IX, v. 668):

Proxima Gaossiaco nani quondam Phaestia regna.

E questa confinauza del regno di Cnosso a quello di
Phaestos deve riferirsi all'età micenea, in cui i domini
delle due città, sorgenti nei due opposti versanti del-
l' isola, si toccavano sull' Ida, dove erano appunto i
due santuari, uno quello dell' antro Ideo, collegato
con Cnosso e colle altre città a lei soggette, e que-

bherr e da me. Di questo regno di Phaestos (fig. 1),
che io ritengo disteso dalle falde meridionali dell' Ida,
sino al monte Kedrios ed al golfo di Messarà, e presso
a poco corrispondente all'attuale Pyrgiotissa, si vengono
già disegnando varii centri, oltre al maggiore di tutti.
Già è stato fatto cenno della necropoli, situata a poca di-
stanza da Camàres ('), composta di tombe a tholos,
perfettamente orientate, colla porticina ad est, di me-
diocre ampiezza (i diametri sono di m. 2,60, 2,00, 2,15),
precedute da un pseudo-dromos, al quale dovevasi
accedere per mezzo di un pozzetto. Ad escludere che
si tratti di forni da vasai, sta il fatto che nella ri-
cerca da me intrapresa (:!), se non rinvenni che pochi

(') Evans, 1. e, p. 81, e mia notizia nel Journal of Ar-
chaeology, 1900.

(*) V. Journal of Archaeology del 1900.
loading ...