Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 13.1903

Page: 335
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1903/0176
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
335

NEMUS ARICINUM

336

122 dopo Cristo. E quale fosse la ragione per cui
gli Aricini posero questa iscrizione, mostra un' altra
epigrafe, dello stesso anno, che dà notizia del restauro
che Adriano fece di un fanum eretto, secondo la rico-
struzione dell'Henzen ('), da uno dei figli di Fraate

mostra che essa era dedicata a Giunone (1); su una
lastra appare il nome di Latona (2) : su un'altra si fa
menzione di \m aedicula di Diana (3).

Un'altra iscrizione si riferisce secondo ogni pro-
babilità, all'amministratore del tesoro del tempio (4).

Figg. 54-01.

re dei Parti al tempo di Augusto. Su una stele di
pietra è inciso un inventario degli oggetti preziosi

03 04

Figg. 62-04.

e delle vesti appartenenti ai due fana di Iside e di
Bubastide (2). Un frammento d'iscrizione su un' ara

(') [Imp. Caesar divi Traiani Partitici filius divi] Nervae
nepos Traianus [Hadrianus Augustus pont. max. tribjunic. po-
test. VI cos III [fanum (?) quod .... Phraatis (?) regis re-
gu]m Parthorum fll. Arsacides fiecerat vetustate collapsjum
restituit. Bull, dell"Ina. 1871, p. 60; Hermes (1872), p. 7;
C. I. L. XIV, 2216.

(2) Ees traditae fanis utrisque : signa n. XVII; caput solis I;
imagines argenteas 1JLLL; clupeum I; aras aeneas duas, delphicam
aeneam, spondeum I argenteum et patera; basileum ornatura
ex gemmis n. I, sistrum argenteum inauratimi, spondeum inau-
ratum, patera cum frugibus, collarem ex gemmis beryllis, spa-
talia cum gemmis II, collarem alterum cura gemmis n. VII,
inaures ex gemmis n. X, nanplia II pura, corona analempsiaca
I cum gemmis topazos n. XXI et carbunculos n. LXXXIIII;
cancelli aenei cum hermulis n. VIII intro et foras; vestem
liniam, tunicam I, pallium I, zona I cum segmentis argenteis,

E per brevità non cito ad una ad una le altre
iscrizioni, riportate nei periodici, che o non presentano

65

r

Figg. 65, 66.

grande interesse perchè consistono nei soli nomi dei

stola I, vestem altera lintea pura, tunicam, pallium stola, zona.
— Bubasto: vestem siricam purpureara et callainam; label-
lum marmoreum cum columella; hydria Hypsiana et lentea
purpurea cum clavis aureis et zona aurea, tunicas II praecincta
et discincta et palliolum; vestem altera alba, tunica, stola,
zona et pallium. — Iscrizione edita e illustrata dall'Henzen in
Bull, dell' Inst. 1871, p. 56 e in Hermes, 1872, p. 8. V. C.I.L.
XIV, 2215.

(1) Octav[i]a Graec[i]n[a] Junoni d. d. Notizie degli
scavi 1888, pp. 393, 709.

(2) Notizie degli scavi 1885, p. 193; C. I. L. XIV, 4187.

(3) Bull. delVInst. 1885, p. 237, C. I. L. XIV, 4184.

(4) Dopo l'indicazione, frammentaria, dei magistrati del-
l'anno, secondo ogni probabilità aricini, è un distico di sigm-
loading ...