Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 28.1922

Page: 397
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1922/0214
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
397

\l. VIAI.K MANZONI IN lìOAl \

398

(Irato con frutice rosso al centro, tra foglie, sembra, di dell'uomo, che si protende come a prendere la mano

edera alternate a piccoli musi. della figura contigua.

Dell'arcosolio, poi, sono decorali con pitture così il Al sommo del cielo delParcosolio, chiusa, a sua

cielo e gli stipiti, come la parete di fondo. Su di quo- volta tra due archi di cerchio internamente dentellati,

sta sviluppasi la decorazione figurata più complessa è una figura efebica nuda, di fronte di»'. 46 , rappre-

(fig. 45), e cioè una serie di dodici figure in piedi, sei sentata come sospesa nell'aria, a volo, tenendo con

uomini e sei donne, alternati e riuniti a coppie: le prime ambe le mani distanti dai fianchi, i lembi di un velo

tre coppie a cominciare da sinistra, con la donna co- che passa dietro la persona ed è gonfiato e agitato

stantemente a. sinistra, l'uomo a destra, mentre è dal vento. La figura porta la chioma ricciuta, adorna

invertita la disposizione delle figure nelle tre coppie di una corona floreale. I tratti del volto, di tre quarti

Fin. -15. — Àrcosolio sulla parete destra del Cubicolo inferiore li.

successivo. Le dette figuro, dell'altezza massima di
m. 0,48, tenevano i piedi sopra un piano comune,
esattamente nel punto dove l'intonaco è stato succes-
sivamente tagliato da un solco alto cm. ó per innesto
delle tegole di copertura del cassone poi aggiunto.
Lo stato di conservazione delle figure è, per lo più,
sufficiente a farci riconoscere le linee e i caratteri
principali di esse. Gli uomini, dal mento apparente-
mente raso, sono tutti vestiti di tunica bianca a davi
rossi, e di pallio drappeggiato intorno alla vita nella
maniera nota. Le donne, oltre a essere vestite di tu-
nica lunga a colori, portano il capo coperto da un am-
pio velo, il quale poi si avvolge intorno alla vita a guisa
di pallio, o in varia altra maniera. Uomini e donne
sembrano tutti tenersi insieme per mano, in fila in-
interrotta. Un breve intervallo si nota tra la quarta e
la quinta coppia, e si distingue tuttora il braccio destro

a sinistra, sono riprodotti con mezzi semplici e assai
primitivi ; la stessa difettosità anatomica si nota in
tutto il resto della persona, dove la fretta del pittore,
causa principe dei difetti di esecuzione, non ha im-
pedito di tentare degli effetti di chiaroscuro, mediante
tratti più densi di colore rosso e macchie di biacca
lungo il torso e gli arti. Alle due estremità della man-
dorla, quadretto a lati diritti ed arcuati, con frutice
rosso entro corona di foglie d'edera alternate a- raggi,
e due altri archi di cerchio dentellati. Ai due estremi,
infine, dell'archivolto due altri riquadri con un lato
solo, quello inferiore, diritto e gli altri curvi. Entro cia-
scun riquadro figura virile barbata, a piedi nudi, vestita
di tunica con davi, e di pallio. Una delle figure tiene
nella, destra protesa la verga (fig. 47) : ia figura di fronte,
eseguita più rozzamente, tiene pure la verga nella destra
sollevata (fig. 48). Un pentimento dell'artista ha fatto sì
loading ...